Sport

La Top 10 di AGS

10

Ancora poche ore e potremo finalmente salutare il 2018 per accogliere un nuovo anno con tante speranze.

Come sempre accade, non possiamo non fare un bilancio di questo anno che volge al termine e, dopo aver fatto un rapido calcolo di chilometri percorsi, pedaggi pagati, birre offerte e bevute, trasmissioni trasmesse, foto scattate, ci concentriamo sugli articoli più letti del nostro sito in questo anno solare.

1- In testa, e non poteva essere altrimenti, troviamo i live blog delle partite della nostra Nazionale Femminile nel main round dell’europeo. L’assenza di copertura mediatica, fatta eccezione per le sole partite della Spagna, ci ha portato a dover trovare un modo per permettere a tutti gli appassionati di seguire le azzurre in terra iberica.

Per rivivere ogni ricordo, basta cliccare sulle foto

10 10 10

2- A seguire, la storia di Pamela Presto ed Elena Lunardi. Una storia di altruismo e prontezza che ha ribadito a tutto il mondo del futsal, e non solo, quanto sia importante la preparazione e la formazione al primo soccorso. Potremmo azzardare che una persona preparata, determinata e con sangue freddo, possa addirittura salvare vite. Vero Elena?

10

3- Susanna Nicoletti, con il Montesilvano, è riuscita a compiere l’ennesima impresa della sua carriera: vincere a Bari la quinta Coppa Italia. Per le biancazzurre questo è stato un evento storico: non erano mai riuscite ad alzare al cielo questo trofeo. Al termine di una partita contro il Cagliari al cardiopalma, terminata dopo i calci di rigore, Guidotti e compagne hanno aggiunto in bacheca la prima Coppa Italia del Montesilvano Femminile.

10

4- Rimanendo a Bari e partendo dalla foto di Gasparini che consola Gaby dopo il rigore sbagliato, troviamo una delle meravigliose storie di Nicola Ugolini, una di quelle che ci accarezzano il cuore, una di quelle capace di riportarci all’essenziale dello sport, all’essenziale della vita.
E se ci abbracciassimo?

10

5- Seguiamo con la carrellata dei best of del 2018 con il ritorno su AGS di Benedetta De Angelis con le sue riflessioni. Nelle foto di famiglia non ci sono mai, è il destino di tutti quelli che hanno scelto di vivere una vita all’insegna dello sport competitivo, una di quelle che ti porta inevitabilmente a non essere mai presente negli eventi di famiglia. Una storia comune a tutti, raccontata con l’unicità di Benedetta.

10

6- Al giro di boa troviamo la triste storia del Pescara Femminile. Tutti infatti ricordiamo l’epilogo della squadra del presidente Iannascoli, partita sotto i migliori auspici e discioltasi nel vento qualche mese dopo. Abbiamo provato a raccontare i fatti con un’intervista alla più rappresentativa delle giocatici pescaresi: Vanessa Pereira.

10

7- Una delle novità di Any Given Sunday per questa stagione è stata senza dubbio la Serie A di calcio femminile raccontata da una magistrale Giulia Domenichetti. Dopo due anni nel futsal il pivot marchigiano ha deciso di tornare al suo primo amore: il calcio a 11. Attraverso le pagine di AGS ci racconta il suo campionato, nelle fila della Florentia. Il suo pezzo più letto è Essere Esempio.

10

8- Dalla serie A di Giulia, passiamo al discorso al Quirinale di Sara Gama, capitano della nazionale femminile di calcio, in occasione della celebrazione del 120° anniversario della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Nelle sue parole, tutta la forza di un movimento che ha lottato contro enormi difficoltà e le ha superate.

10

9- Torniamo al futsal di casa nostra e lo facciamo con la novità del 2018: il campionato nazionale sperimentare di futsal femminile under 19. Per la prima volta il movimento giovanile femminile ha un campionato nazionale, un passo fondamentale per la crescita della disciplina e delle giovani calcettiste.

10

10- In chiusura di questa carrellata di articoli che ci ha fatto ripercorrere il 2018 troviamo il portiere del Cagliari e della nazionale Marika Mascia con il suo gesto da vero numero uno. Non vi ricordate della partita contro il Falconara e del gesto di fair play della Marika nazionale? No? Potete leggerlo qui allora.
E con questo ultimo articolo non resta che attendere l’arrivo del nuovo anno salutando caramente il 2018.

10

 

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top