Futsal

Falconara, reazione tardiva: Stone Five Fasano ok 3-2

Falconara, Luciani

Troppo tardi. Nell’importantissima gara contro il Fasano le Citizens soccombono e la reazione arriva solo essere andate sotto di 3 gol. Il tentativo di rimonta inizia da lì ma non si conclude: alla sirena il risultato è negativo. Ora la matematica, grazie anche alla contemporanea sconfitta del Salinis, dice che è ancora possibile agganciare la salvezza diretta senza playout ma sarà davvero dura. Occorrono due vittorie contro Montesilvano (al PalaBadiali domenica 22) e mercoledì 25 aprile proprio contro la diretta concorrente Salinis sempre a 5 punti di distanza, sperando che questa perda domenica 29, quando Falconara non giocherà per il turno di riposo, contro il Kick Off nell’ultima di campionato. Un intreccio di risultati che parte però da due autentiche imprese, affrontabili solo se le ragazze del Città di Falconara sapranno, come hanno dimostrato in passato, fare squadra e combattere fino all’ultimo su ogni pallone. Tutto il contrario dell’approccio blando visto a Fasano. La squadra di casa è passata subito in vantaggio sfruttando un rilancio errato dalla difesa, arpionato e poi concluso da Belam a freddare l’incolpevole Brugnoni. Tempo nemmeno un minuto e la reazione marchigiana si stampa sul palo di Luciani imbeccata da Sevilla. Le pugliesi si coprono bene e hanno diverse occasioni per fare male. È merito di Brugnoni, protagonista sui tiri di Gelsomino e Campanile, se il passivo non aumenta. Falconara ha una doppia occasione per pareggiare con Shai ma entrambe le conclusioni finiscono fuori di un soffio. Ripresa da incubo. Il Fasano raddoppia subito con Naiara che sfrutta, anche in questo caso, uno svarione difensivo. Al 9′ arriva l’autentica prodezza di Cenedese che, con un missile dalla distanza, firma il 3-0. Solo a quel punto le Citizens hanno una reazione d’orgoglio. Il portiere avversario Mango è brava a murare Sevilla azionata dall’asse tra Luciani e Lidu. Nulla può al 12′ sul gran tiro di Pascual perfezionato in rete da Lidu appostata sul secondo palo. La pivot brasiliana potrebbe ripetersi un minuto dopo ma al termine di un’azione travolgente, a tu per tu con Mango, spara incredibilmente alto. Neri fa entrare Marcella come quinto di movimento. Proprio la brasiliana, spalle alla porta, riceve da Sevilla e appoggia per Luciani: gran destro del capitano e 3-2. Non c’è più tempo però. La trama offensiva prosegue ma il Fasano si chiude bene e manda a casa le falconaresi a mani vuote. «Nonostante l’importanza della partita – commenta mister Neri – abbiamo giocato un primo tempo sottotono. Dopo il gol preso in contropiede non siamo riusciti a creare occasioni. Rientrati in campo, dovevamo reagire e invece la testa è rimasta negli spogliatoi. Solo dopo il 3-0 ho visto una reazione. A quel punto abbiamo giocato bene, avuto tante occasione ma era troppo tardi per recuperare».

Stone Five Fasano 3-Città di Falconara 2
Stone Five Fasano: Mango, Sangiovanni, Campanile, Belam, Naiara; De Marchi, Cenedese, Lacirignola, Gelsomino, Politi, D’Errico. All. Monopoli.
Città di Falconara: Brugnoni, Pascual, Luciani, Sevilla, Marcella; Scaloni, Lidu, Shai, Giuliani, Ferrara, Bernotti. All. Neri.
Arbitri: D’Addato (Verona) e Di Ruvo (Barletta). Crono: Pellicani (Bari).
Reti: 6’24” p.t. Belam (SF), 1’50” s.t. Naiara (SF), 9’22” Cenedese (SF), 12’18” Lidu (F), 18’45” Luciani (F).
Note: ammonite Lidu (F), Cenedese (SF), Sangiovanni (SF).

Ufficio stampa

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

To Top