Serie A

Russo: “Salinis più motivata, ora guardiamo avanti”

Russo, Kick Off

Per la legge dei grandi numeri, prima o poi doveva accadere. E a distanza di 4 dal mesi dal primo e unico ko del girone di andata, la Kick Off incassa una seconda sconfitta che – a conti fatti, visto il rallentamento di Italcave e Montesilvano – fa perdere un solo punto sulla tabella di marcia. Risultato netto che non ammette repliche, ma mister Riccardo Russo – domenica sugli spalti, sostituito in panchina da Manolo Peris – la prende con filosofia.
“Una persona a me cara mi ha detto che è meglio perdere una volta 7-1, che sette volte 1-0. E per noi è davvero così. L’assenza di Vanin ci ha sicuramente tolto qualcosa in attacco, ma non vogliamo alibi: la differenza è stata nelle motivazioni e nell’atteggiamento. Noi siamo primi in classifica da due mesi e mezzo e l’abbiamo presa come una gara senza pressioni, la Salinis – cui facciamo i nostri complimenti per la vittoria – l’ha presa invece come una partita di grande importanza, considerati i festeggiamenti finali”.

Subito lo svantaggio, poi l’incapacità di reagire in una giornata in cu solo Belli ha trovato la gioia del gol.
“Dopo la nostra disattenzione iniziale, abbiamo provato ad invertire immediatamente la rotta, ma è stata dura: se giochi la partita e non fai gol, mentre la squadra avversaria fa gol ogni volta che arriva in porta nel primo tempo, poi diventa difficile. Nella ripresa – continua il tecnico – le loro rotazioni più ampie e quindi la maggior freschezza hanno fatto il resto e non abbiamo avuto le giuste energie per la rimonta”.

Certo perdere non piace a nessuno, ma la capolista si è già fatta scivolare addosso la domenica no.
“Abbiamo avuto con noi 10 giorni il mio maestro Manolo Peris, siamo sereni come prima e pensiamo solo a guardare avanti. Rispetto al girone di andata, le squadre più inesperte hanno rodato la loro fase difensiva e quelle più attrezzate stanno raggiungendo la forma ideale: il super team della Ternana, per esempio, ha fatto ancora acquisti, la Salinis ha completato la rosa che aveva in mente da inizio anno e a Florentia è vicina al ritorno di Renatinha. Abbiamo avuto dimostrazione di come mantenere sempre alta la competitività sia complicato, ma – chiude Russo – questo ci aiuterà a non ripetere l’errore e a continuare sulla nostra linea nel miglior modo possibile per arrivare nelle prime posizioni della griglia play off”.

Ufficio Stampa

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top