Serie A

Montesilvano, rimonta tricolore! Da 2-0 a 2-3, Scudetto in Abruzzo

Scudetto

Dall’Inferno fino in Paradiso, tutto in 40′. Il Montesilvano di Gonzalo completa una rimonta incredibile contro il Città di Falconara e sale, ancora una volta, sul tetto d’Italia conquistando lo Scudetto 2020/21. Quasi un incubo la prima parte con un risultato da rincorre già dopo 1′ e mezzo, poi una ripresa da manuale con la riscossa biancazzurra che inizia da Guidotti, passa per Xhaxho e si chiude con capitan D’Incecco. Dopo l’impresa del 2015/2016, lo Scudetto torna in Abruzzo, ma complimenti anche alle citizens che salutano il campionato con una Coppa Italia in bacheca e un percorso quasi perfetto.

CRONACA Il Falconara parte con Dibiase, Taty, Luciani, Pereira e Pato. Risponde il Montesilvano con Sestari, Borges, D’Incecco, Ortega e Lucilèia. Indisponibili, per le biancazzurre, Manieri e Amparo. Succede tutto in fretta al PalaBadiali. Primo fallo dopo 16″ (Ortega su Taty) e prima conclusione dopo 40″, primo cambio dopo 1’15” e primo gol dopo 1’27” con Pato che fa impazzire i suoi tifosi con un bolide all’incrocio. La risposta del Montesilvano? Borges subito dentro come portiere di movimento, ma – su una sostituzione avventata da parte della squadra biancazzurra – l’arcobaleno cosmico Taty mette dentro il raddoppio pescando l’angolo dalla lunghissima distanza.

Avvio pazzesco delle marchigiane, doccia freddissima per le biancazzurre che provano a reagire con una girata di Belli al 6′ (mentre si è tornati al regolare 5 contro 5), poi con Borges fermata da Pereira e con Coppari che colpisce dal limite senza però riuscire a sorprendere Dibiase.

Cresce la squadra ospite che prima dell’intervallo sfiora due volte il gol, ma il colpo di testa all’indietro di Xhaxho viene deviato all’ultimo secondo da Dibiase e la conclusione di Borges dai 10 metri tocca la traversa prima di uscire. 2-0.
Ripresa in pressione per il Montesilvano che ha subito due nuove occasioni con Borges (conclusione alta) e D’Incecco sulla sinistra da pochi passi. La difesa delle marchigiane regge, per poi crollare improvvisamente al 4°: è Guidotti a sbloccare le sue con una puntata imprendibile da fuori area, mentre Xhaxho completa l’aggancio spedendo con violenza sotto la traversa un pallone recuperato da Coppari. 2-2 in 9 secondi appena e tutto da rifare al PalaBadiali.

Taty scuote le sue con un rasoterra sventato da Sestari, ma è di nuovo la formazione abruzzese a rendersi pericolosa in contropiede con Ortega: a tu per tu con la spagnola Dibiase è perfetta, ma nulla può sul tocco sotto porta di D’Incecco che al 7°  firma l’incredibile sorpasso sfruttando l’assist su rimessa laterale da parte della spagnola di Saragoza. Al 12′ tentativo in azione combinata tra Pato e Marta (sicura Sestari), poi l’errore in contropiede delle abruzzesi che in 3 contro 1 non riescono a finalizzare e il contropiede della marchigiane chiuso da una generosa Coppari.

Emozioni a non finire al 14° con Pato che da neanche un metro non riesce a girare a rete l’assist al bacio di Marta e con Belli che manda a lato di un soffio dopo una corsa in campo aperto verso Dibiase, segue il time out di mister Neri quanto mai necessario per far riprendere fiato persino agli spettatori. Al rientro in campo – a 5′ dalla fine – c’è Nona come portiere di movimento, ma è Ortega ad avere tra i piedi il colpo del ko: destro out di pochi centimetri. C’è ancora da soffrire, fino all’ultimo secondo, poi la sirena che vale un sogno tutto biancazzurro. Scudetto al Montesilvano.

CITTÀ DI FALCONARA-MONTESILVANO 2-3 (2-0 p.t.)
CITTÀ DI FALCONARA: Dibiase, Taty, Luciani, Pereira, Dal’Maz, Guti, Marta, Nona, Blenkus, Ferrara, Pesaresi, Marcelli. All. Neri
MONTESILVANO: Sestari, D’Incecco, Lucileia, Borges, Ortega, Coppari, Amparo, Ciferni, Guidotti, Xhaxho, Belli, Esposito. All. Santangelo
MARCATRICI: 1’27” p.t. Dal’Maz (F), 2’36” Taty (F),  4’06” s.t. Guidotti (M), 4’15” Xhaxho (M), 7’55” D’Incecco (M)

AMMONITE:
ARBITRI: Daniele Di Resta (Roma 2), Nicola Acquafredda (Molfetta), Alessandra Carradori (Roma 1) CRONO: Marco Di Filippo (Teramo)

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top