Serie A2

Dorica Torrette, Bussaglia: “Giusto fermarsi e ripartire in sicurezza”

Bussaglia

Con il Consiglio Federale di ieri pomeriggio, la decisione è stata finalmente presa: stagione finita e scarpini nell’armadio, in attesa delle direttive per il prossimo anno che permetteranno al futsal femminile di ripartire. A commentare le vacanze anticipate (e non volute) della Dorica Torrette e di tutte le sue sorelle della A2 è Eleonora Bussaglia, pivot marchigiano, che commenta così il finale.
“Penso sia giusto chiudere e darci la possibilità di ricominciare a settembre o quando sarà nella maniera più sicura e giusta. Tentennare ancora non sarebbe servito a nessuno, meglio dare un taglio netto e guardare avanti, anche se è ancora presto per fare qualsiasi tipo di progetto”.
Per lei una quarantena trascorsa a casa, a Pergola, insieme a suo fratello minore, Andrea, calciatore in Serie B con il Cittadella.
“Lui è andato via di casa a soli 13 anni e in questi giorni siamo stati finalmente insieme di nuovo dopo tanti anni. Siamo praticamente uguali, è un po’ rompiscatole, ma con lui sto benissimo – sorride – e qualche volta ci siamo anche allenati in coppia”.
Il futsal le è mancato, ma per Bussaglia c’è sempre stato tanto oltre il 40×20.
“Prima che il Covid fermasse tutto, ho lavorato nelle scuole primarie come insegnante di educazione motoria e ho seguito una scuola calcio per bambini. In più, nella stagione estiva, mi tengo occupato in uno stabilimento balneare. Insomma, da fare ce n’è. Ma quel che davvero mi manca è l’impegno quotidiano con la mia squadra e il dover portare a termine un obiettivo, raggiungere un traguardo. Peccato essere stati fermati così, ma – chiude la dorica – fermarci ora è stata la scelta più giusta”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top