Serie A

Una Fede rossoblu: “FFC, impariamo che mai nulla è perduto”

Fede
Futsalphoto

E’ possibile sentirsi a casa in tanti modi e in tanti posti. Quella di Federica Cocco potrebbe anche avere i muri rossoblu e il tetto del PalaConi: “Il Cagliari è come una seconda casa, lo è da quasi sei anni. Qui ho avuto la possibilità di imparare un nuovo gioco dopo l’esperienza nel calcio a 11 e, ancora oggi, mi offre la possibilità di mettermi alla prova quotidianamente e di vivere esperienze speciali.”
L’affetto di Federica verso questa realtà trascende il campo e abbraccia tutta la sua esistenza: “Il Cagliari è un’avventura di crescita professionale e personale”.

La squadra di capitan Cuccu, nell’ultima giornata di campionato è riuscita nell’impresa di battere le prime della classe del Montesilvano, finora fermate solo in parte dal pareggio contro la Salinis: “Nella partita contro il Montesilvano siamo state meravigliose”. Non usa mezzi termini Federica. “Siamo riuscite a ribaltare un risultato non facile contro una delle favorite per la vittoria del campionato. Ci abbiamo creduto fino alla fine, mettendo in campo tutto il nostro potenziale e la nostra determinazione.”
Non solo una vittoria ma anche una grande lezione sportiva e di vita: “Da questa partita dobbiamo apprendere che mai nulla è perduto e che se tutte insieme, ci crediamo, ci mettiamo a disposizione le une delle altre, possiamo dare del filo da torcere anche alle così dette grandi squadre”.

Se la vittoria nella nona giornata di campionato ha galvanizzato una piazza intera, la numero 22 rimane con i piedi per terra e analizza il momento delle isolane: “Quello che ci manca è un po’ di continuità nelle partite, abbiamo lasciato qualche punto di troppo per strada. Per questo dobbiamo continuare a lavorare sui nostri punti deboli allenamento dopo allenamento, per migliorare ogni giorno e progredire”.

Altro appuntamento contro una big per il Cagliari che, domani pomeriggio, riceverà in casa le campionesse d’Italia della Futsal Salinis: “Contro la Salinis sarà molto dura perché è una squadra di grandissimo talento, esattamente come lo era il Montesilvano domenica scorsa. Prevedo una partita molto combattuta, nella quale sia noi che le nostre avversarie daranno tutto sul terreno di gioco per affrontare al meglio la gare e conquistare punti importanti in ottica classifica. Il nostro punto di forza è il gruppo e lo abbiamo dimostrato domenica: se giochiamo insieme, ognuna mettendo le proprie caratteristiche al servizio della squadra, saremo come una bellissima melodia suonata all’unisono da un’orchestra perfetta.”

Il legame che Federica ha con il Futsal Femminile Cagliari, come già detto, va oltre l’aspetto puramente sportivo, soprattutto in questo momento particolarmente delicato della vita della calcettista: “Poco più di un mese fa è venuta a mancare la mia mamma, stratifosa del Cagliari. Questo che sto vivendo è un momento davvero difficile, non lo nego. Questa perdita così dolorosa mi ha tenuto lontana dal rettangolo di gioco, è vero, ma mai da questo meraviglioso gruppo che è la mia squadra. Avere tutti al mio fianco, trascorrere del tempo con loro, sta contribuendo ad alleggerire la testa e il cuore. Con alcune compagne il rapporto di amicizia va oltre lo sport e sentirle così vicino colma la mancanza di questa perdita riempiendo il mio cuore di quell’affetto che ho perduto. E’ per tutto questo che, nonostante le difficoltà, voglio restare in questa famiglia chiamata Cagliari e vivere con lei le emozioni della mia quotidianità”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top