Serie C

Rebecca Di Fazio, il “toro” del Loreto Aprutino Futsal Femminile

Genitori, sorelle e fidanzato la chiamano ancora per nome. Ma nel mondo del calcio a 5, ormai, Rebecca Di Fazio del Loreto Aprutino è per tutti “Toro” e non crediamo che ci sia bisogno di ulteriori spiegazioni. A guardarla giocare sembra incredibile, eppure quel laterale offensivo che Pizzul avrebbe definito di sfondamento pratica futsal da poco più di un anno. Una bella scoperta di mister Fracchiolla che l’ha buttata subito nella mischia e dalla mischia Toro è uscita trascinandosi dietro tutte le avversarie, come se le avessero sventolato davanti un mantello rosso.
“Devo questo soprannome al portiere, Antonella Troccoli, e devo dire che mi rispecchia perché sono grintosa, vado su ogni pallone e combatto fino alla fine. In questo momento sta mancando solo il gol, ne è arrivato solo uno su rigore: mi dispiace perché in allenamento do sempre il 100% e in partita – invece – me ne sto mangiando tanti, ma la ruota girerà e ti dedicherò tutte le mie reti (grazie, Toro, n.d.c.)”.
E’ stata un’ex giocatrice della River a portarla alla corte di Fracchiolla ed è proprio contro molte delle sue compagne della scorsa stagione che Toro si ritroverà a giocare la seconda di campionato: trasferta a Bucchianico contro il Nora, che ha esordito con tre punti conquistati ai danni del Montesilvano.
“Peccato che quel gruppo si sia separato. Avevo appena iniziato a realizzare il mio sogno di giocare in una vera squadra, piuttosto che per strada con gli amici, e loro mi hanno subito fatto sentire parte integrante dello spogliatoio: è stata una stagione positiva sotto tutti i punti di vista, ma domani – quando entrerò in campo – le avversarie saranno avversarie. Io affronto ogni partita con voglia di vincere, senza timore reverenziale e senza farmi condizionare dal passato. Se giocheremo come abbiamo fatto domenica scorsa, mi aspetto una buona prestazione e magari anche un gol. Per gli abbracci ci sarà tempo dopo”.
C’è solo il Loreto, adesso, nelle priorità della giocatrice profeta in patria.
“Anche se in squadra sono tutte più piccole di me, si è già creato un bell’ambiente: l’approccio è positivo e continuando così ci toglieremo sicuramente tante soddisfazioni”.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top