Serie A

Futsal Florentia, il bilancio di De Santis: “Stagione positiva”

Giù il sipario sulla bella stagione della terribile matricola. Già, perché – anche se roster e risultati hanno spesso fatto sì che ce lo dimenticassimo – la Futsal Florentia è di fatto una neo-promossa che al suo primo anno in A ha centrato tutti gli obiettivi più importanti, uscendo dalla lotta solo per mano delle future vincitrici (vedi Kick Off in Coppa Italia) o delle campionesse in carica (vedi Ternana negli 80’ pirotecnici dei quarti playoff, persi per una rete di scarto).
“Si chiudono mesi di lavoro che considero sicuramente positivi – dichiara il patron gigliato Alberto De Santis. – L’obiettivo era inserire giocatrici di spessore internazionale per far in modo che le italiane acquisissero esperienza per continuare a crescere. Non avevamo velleità di vincere nulla, se non di giocare con dignità – così come abbiamo fatto – le fasi clou della stagione”.
Tanti i momenti che De Santis conserverà nella sua memoria di uomo di sport.
“Ogni giornata di allenamento e ogni partita per l’impegno messo dalle ragazze. E poi le continue sfide di altissimo livello con tutte le nostre avversarie: quella con la Kick Off, in particolare, le ricordo tra le più combattute e avvincenti”.
Ma a mente tiene anche quegli errori dei quali far tesoro.
“Siamo una società giovane per cui c’è ancora tanto da migliorare. Ripartiamo dalla nostra analisi e portiamo avanti con convinzione ancora maggiore il progetto che ci siamo prefissati, cioè quello di arrivare in un medio periodo ad una dimensione più solida e in grado non solo di partecipare, ma anche di competere per un titolo”.
Intanto c’è già la prima certezza.
“Mister Maurizio Colella è confermatissimo al timone della Futsal Florentia e contemporaneamente stiamo pensando ad altri rinnovi che ufficializzeremo a tempo debito: nell’ultima gara c’è stata un po’ di confusione e ci stiamo dando qualche giorno per smaltire la delusione, ma da lunedì inizieremo a pensare al futuro. Abbiamo le nostre idee e qualche nome scritto sul taccuino – chiude De Santis –, quando tutto sarà finito, vedremo come muoverci”.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top