Serie A

Per il Grisignano c’è di nuovo la Lazio. Serandrei: “Conto sul contributo di tutte”

kim serandrei

Nuova intervista a mister Kim Serandrei da parte dell’Ufficio Stampa del Real Grisignano.

Ciao Kim, con il Lamezia vittoria convincente che speriamo chiuda un periodo così così,
quali gli aspetti positivi di questa gara e quali i negativi se ce ne sono?

“Ciao, gli aspetti positivi sono la vittoria e alcune prestazioni individuali importanti.
Gli aspetti negativi sono ancora delle disattenzioni che potevamo pagare molto caro”.

Ti sei confrontato con la squadra di Mister Carnuccio, tuo collega ed amico, l’abbiamo visto scatenato a bordo campo: quanto una direzione del team così passionale puo’ essere
recepita dalla squadra?

“Secondo me dipende da molti fattori, non esiste un sempre giusto e un sempre sbagliato nel futsal e nello sport, poi ognuno deve essere se stesso, se quello è il suo modo o ci teneva particolarmente non lo so, se pensava che quello che ha fatto fosse necessario ha fatto bene senz’ altro. Poi comunque Mr. Carnuccio è una di quelle figure che reputo positive per questo sport”.

Sabato il “debutto” di Denia Cogo tra i pali: spesso ci inorgoglisce parlare delle giovani, ma
difronte ad un’atleta sopra gli anta che si mette ancora in gioco ad alti livelli, l’ammirazione non puo’ che essere unanime.Fino a che eta’ uno può dire la sua in serie A?

“Denia per me potrebbe dire la sua all’infinito, mi lega una stima per la persona/atleta profondissima e questo va oltre le vittorie che abbiamo potuto celebrare assieme in passato.
Mi ha insegnato molto, (si le/gli atlete/i insegnano molto ai loro allenatori) e questo non lo dimenticherò mai. Denia è un esempio per tutti, sempre. Per le giovani, ma anche per le altre compagne di squadra. Al di là dei minuti che farà in campo o meno il suo apporto sarà sempre lo stesso in allenamento,
in panchina o in partita, e cioè è sempre il massimo”.

Domenica arriva la Lazio,i tre punti di questa sfida sono ancora piu’ importanti dell’ultimo turno essendo confronto diretto:quale puo’ essere la “chiave” giusta per affrontare le romane?

“Sinceramente credo che i 3 punti siano sempre 3 punti, il fatto è che abbiamo estremo bisogno di punti ed estrema fretta di farli,
e la prossima partita è contro la Lazio. Una “chiave” unica non c’è, bisogna che ci sia una squadra e che ognuno porti il suo contributo in maniera importante. Sicuramente non sarà una partita banale e non sarà una partita facile”.

22 giornate gia’ vissute, ma per noi sembra un nuovo inizio di campionato, in un torneo
interminabile. A mio avviso siamo in debito di punti per il gioco espresso, ma con il Grisignano lo spettacolo non e’ mai mancato: come spieghi il rapporto punti fatto:gioco prodotto?

“La serie A è sempre molto lunga, è un campionato molto impegnativo non solo per le qualità delle giocatrici, ma anche per tutto il resto. Purtroppo non sempre il gioco equivale ai punti, rapportato al calcio mi viene in mente il Napoli di Sarri che era bello da vedere, ma non ha vinto nulla. E’ chiaro che noi dobbiamo fare punti, è l ‘unica cosa che conta davvero.
Di sicuro non chiedo alle ragazze di esprimere un bel gioco fine a se stesso. Noi dobbiamo fare goal e non mi interessa se questo avviene con 7 passaggi di prima o con un’ autorete.
Certo vincere e giocare bene fa piacere a tutti, ma non sempre capita. Il rapporto punti/gioco fino a qualche tempo fa non era affatto male,
poi abbiamo avuto un calo e questo si è visto anche nel gioco e i punti sono spariti. Adesso il gioco si sta riprendendo, ma dobbiamo essere molto più consistenti e continui nel corso
di tutta la partita se no si rischiamo di fare gioco e perdere per disattenzioni”.

Spettacolare anche la volata delle 6 squadre a centro classifica a contendersi 2 posti nei
play off e ad evitare i 2 nei play out: in questa lotta quanto potranno incidere le partite
con le squadre già matematicamente nei play off e con quelle già matematicamente retrocesse?

“Bella domanda. Ho vissuto una stagione in cui non avevamo nulla da perdere perchè purtroppo la classifica ci condannava, posso assicurare che l’ impegno non è mai mancato, poi certo, se la classifica è già segnata,
qualche squadra potrebbe anche mollare la presa, ma a sfigurare non ci tiene mai nessuno credo”.

Grazie Kim ….quanta pazienza con tutte queste interviste!!

Enrico Guidotti

Ufficio Stampa Real Grisignano

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top