Serie A

Statte, Margarito all in: “Giocheremo anche per chi non c’è”

Margarito

Probabilmente non sarà ancora al 100% dopo la frattura al dito (ora in via di guarigione) che le ha fatto perdere le gare contro Cagliari e Kick Off. Ma quando la Final Eight avrà chiamato – statene pur certi – Valentina Margarito sarà al suo posto di combattimento, tra i pali dell’Italcave Real Statte. Prendersi la squadra sulle spalle è una responsabilità che le viene naturale e non c’è infortunio che tenga di fronte alla grinta del capitano rossoblu.
“Assistere impotente mentre le mie compagne erano in emergenza è stato troppo brutto per me che sono sempre stata abituata a giocare, ma a questa Coppa arrivo carichissima e pronta a dare anche tutto quello che non ho potuto dare stando in tribuna”.
L’ultima gara da titolare proprio contro la Lazio che ora ritroverà ai quarti.
“E’ una squadra molto organizzata ed esperta nell’utilizzo del quinto di movimento. Nel 5-5 in casa nostra abbiamo commesso alcuni errori in difesa, ma dopo il sorteggio abbiamo messo a punto alcuni meccanismi. Cosa mi aspetto? Il triplo della concentrazione e il doppio dell’impegno, perché giocheremo anche per Dos Santos e Giuliano che non potranno essere in campo con noi”.
Ma la promessa è anche per i tifosi.
“Sono un po’ scaramantica, garantisco però che possiamo far bene e regalare loro tante soddisfazioni: non si pentiranno di aver percorso tanti chilometri per seguirci anche in questa avventura. Dopo il ko di domenica – racconta Margarito – ci siamo riunite e guardate negli occhi l’una con l’altra, dicendoci che adesso è il nostro momento e tutto il resto è alle spalle: c’è stato perché deve aiutarci a crescere, non per condizionarci”.
E per chi dovesse avere dubbi, basterà guardare tra i pali e ritrovare lo sguardo concentrato di quando “Spider” decide che da quelle parti non passa più nessuno.
“In realtà sono anche loro a darmi carica: persone come Belam, Violi e Mansueto non mollano mai. E’ tutto il gruppo rossoblu a non mollare mai e lo dimostreremo ancora una volta”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top