Serie A

Tre giovani promesse alla corte di mister Zanetti

giovani

Assieme alle tante big arrivate nel corso di questo mercato estivo a Breganze, la società ha deciso anche di puntare sulla forza giovane del proprio vivaio. Sono tre infatti le ragazze provenienti dalla Juniores biancorossa che si aggregheranno alla rosa di mister Zanetti per portare freschezza e avere la possibilità di crescere con l’auspicio che sia solo l’inizio di una lunga carriera.

La prima, in realtà, già nella passata stagione ha potuto conoscere l’ambiente di Serie A, arrivando anche a debuttare in prima squadra. Classe 2000, lei è Yahaira Dalla Pellegrina e a Natale compirà 18 anni. Nata in Guatemala, Yahaira è arrivata in Italia all’età di tre anni con i suoi genitori adottivi. Oggi frequenta la quinta superiore dell’Istituto Remondini di Bassano con indirizzo biotecnologie sanitarie. Com’è nata la sua passione per il calcio a 5? È proprio lei a raccontarcelo: “Già da piccola giocavo con i ragazzi più grandi di me dentro all’istituto di suore in cui stavo, qui in Italia invece giocavo con ragazzi della via in cui abito però ufficialmente ho iniziato a giocare nella società U.S. Angarano (calcio a 11) all’età di 6 anni, fin da subito in porta. Poi sono passata agli esordienti della società Sant’Eusebio sempre calcio a 11. Iniziata la prima superiore sono passata al calcio a 5 femminile con il Breganze, poi ho fatto un anno in prestito al Rossano e l’anno scorso sono tornata in biancorosso”. Una stagione che, purtroppo, inizia male per la giovanissima Yahaira che ha subito un brutto infortunio: “Purtroppo questa stagione per me sarà difficile per colpa del mio infortunio, spero di poter rientrare il prima possibile ma continuerò comunque a prepararmi per quando rientrerò – ha detto Yahaira – Per me è un sogno potermi allenare e giocare con giocatrici di livello molto alto, soprattutto essendo portiere farlo al fianco di Bianca Castagnaro: il mio obiettivo è arrivare ai suoi livelli. Inoltre sono fortunata ad essere allenata da un preparatore molto serio e capace come Sergio. Comunque avendo visto la nuova rosa secondo me sarà un bel campionato, interessante e potremmo avere qualche soddisfazione, da parte mia mi impegnerò al massimo per rimettermi in forma così che se avranno bisogno di me io ci sarò. Ci tengo infine a ringraziare la società Breganze per la loro disponibilità e per quello che hanno fatto e spero continuino a fare anche in futuro”.

18 anni ancora da compiere (il 19 settembre) anche per Elena Pauletto, secondo innesto giovanissimo di mister Zanetti. Anche lei studentessa di biotecnologie sanitare al Remondini di Bassano, Elena ricopre il ruolo di laterale. Una passione, quella per il calcio a 5, nata anche per lei da piccolina: “Quando ero piccola giocavo a calcio a casa con i miei due fratelli che hanno 19 e 14 anni e che hanno sempre avuto la passione per il pallone. Ho praticato anche altri sport che però non mi hanno mai appassionato e per questo alle medie ho deciso di iscrivermi al doposcuola di calcio a 5, anche se facevo già atletica. Dopo l’esperienza scolastica a 13 anni ho cominciato a giocare a calcio a 5 con il Breganze e oggi…eccomi qui! Già la scorsa stagione la società mi ha dato la possibilità di andare ad allenarmi qualche volta con la prima squadra e ho avuto anche la fortuna di esordire con loro e di partecipare a qualche trasferta”. Quali sono le aspettative di Elena per la stagione che verrà? “So che quest’anno per me non sarà affatto semplice, sarò una delle ragazze più giovani e dovrò lavorare molto di più rispetto agli anni scorsi per raggiungere dei risultati. Penso anche che il fatto di allenarmi con giocatrici di livello assoluto sia un’opportunità per crescere sia a livello sportivo che personale. Sono felice per la fiducia che la società ha dimostrato nei miei confronti e sono pronta ad affrontare questa nuova sfida”.

La più piccola del gruppo sarà però Francesca Ambrosioni, laterale destro sedicenne (classe 2001) di Bassano del Grappa che il prossimo anno frequenterà la quarta superiore. Un amore a prima vista, il suo, con il calcio a 5, in cui a fare da cupido è stato proprio il Breganze: “La mia passione per il calcio a 5 è nata cinque anni fa quando partecipai ad un corso di calcetto organizzato a livello scolastico proprio dal Breganze calcio a 5 – ha raccontato Francesca – L’anno successivo ho iniziato a giocare con il Futsal Breganze, poi c’è stata una parentesi di una stagione con il Virtus Marchesane calcio a 11, per poi tornare a militare nel Futsal Breganze per altre due stagioni. Lo scorso anno ho avuto modo di allenarmi saltuariamente con la prima squadra ed ho esordito, anche se per pochi minuti, in una partita del campionato di serie A. Il calcio in generale mi interessava già da prima, con mia sorella e mio fratello passavamo la maggior parte dei pomeriggi d’estate a giocare a calcio sulla sabbia, è una passione di famiglia, cresciuta poi dopo il mondiale 2006 in cui Totti è diventato il mio idolo”. Ora, però, è arrivato il suo turno e nel prossimo campionato potrà ritagliarsi il suo spazio tra le “big”: “L’entrare a far parte della rosa della prima squadra del Futsal Breganze mi permetterà sicuramente di crescere dal punto di vista tecnico e non solo, giocare in una squadra importante e con giocatrici di alto livello non solo è la realizzazione del mio sogno ma sarà anche un altissimo incentivo ad impegnarmi a fondo, consapevole di essere l’ultima della squadra”.

Forza ragazze, il futuro del Breganze siete voi!

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top