Serie A2

Dorica Torrette, Massa deluso: “Gara senza testa e senza cuore”

Mirco Massa

Nessuna voglia di scherzare e neanche un accenno di sorriso. Il Mirco Massa che non mi aspetto – e che chiunque farebbe fatica a riconoscere – è dall’altro capo del telefono con una voce che non gli ho mai sentito prima. Rabbia? Forse un po’, ma due giorni dopo il 2-2 con il Futsal Prandone c’è soprattutto tanta delusione.
“Antonio Conte dice che per giocare ci vogliono testa, cuore e gambe. Ma le mie, testa e cuore non ne hanno proprio avuti. Il motivo? Se lo sapessi, sarei tranquillo. Due conclusioni avversarie e due reti, tantissime occasioni nostre e stesso numero di gol. Sinceramente, per come sono fatto, le avrei lasciate ad Ascoli Piceno. Sarei meno amareggiato se stasera qualcuno si presentasse all’allenamento e ammettesse le sue colpe: “Ho giocato male, scusa. Abbiamo giocato male, scusa”. Sono deluso soprattutto da chi avrebbe dovuto fare la differenza”.
Eppure Massa aveva abbondantemente messo in guardia la Dorica Torrette.
“Avevo detto di stare attente e chiuderla subito, impedendo al Prandone di rientrare in partita con un tiro sporco. E, invece – senza nulla togliere alle nostre avversarie – è andata proprio così. O sono un mago o la squadra non mi ascolta più. A queste condizioni mi sembra di sprecare tempo”.
E tra le righe appena lette è nascosto un messaggio neanche troppo velato.
“Ora sono troppo giù di morale per prendere una decisione, ma aspetterò la gara con l’Atletico Foligno e poi valuterò il da farsi”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top