Nazionale

L’Italia cede 3-1 alla Spagna nella seconda amichevole. Salvatore: “Testa e intensità, brave”

Italia

Finisce con un pari e una sconfitta la campagna in terra spagnola della Nazionale femminile di futsal: dopo lo storico pari per 2-2 nel primo test match – il primo ottenuto dopo 6 sconfitte negli altri precedenti -, le Azzurre cedono 3-1 contro le campionesse d’Europa al termine di un’altra gara molto equilibrata.

La partita. Rispetto alla prima amichevole Salvatore cambia due interpreti, inserendo Praticò e Pernazza e lasciando fuori Bovo e Mansueto. La Spagna parte forte, cercando di vendicare il pari del giorno precedente che, per una squadra come le Furie Rosse, rappresenta quasi una sconfitta. L’Italia tiene però bene il campo e dopo un paio di spaventi – su tutti il palo esterno colpito da Dany – trova anche il vantaggio con Boutimah al quattordicesimo: la giocatrice del Pescara finalizza una grande giocata e il conseguente assist di Belli per l’1-0. Le Azzurre sfiorano il raddoppio con Coppari, poi arriva il pari di Peque, brava nel sfruttare un’incertezza in fase di palleggio. Dopo un paio di grandi occasioni Azzurre, entrambe con Belli (siamo al diciassettesimo), Irene Cordoba sigla di rapina la rete 2-1 che vale il sorpasso della Spagna. Il doppio colpo delle campionesse d’Europa non spaventa però le ragazze della Ct Francesca Salvatore, che sfiorano la nuova parità con Rafaela Dal’Maz, chiusa da Silvia in calcio d’angolo. Nella ripresa, per lunghi tratti, le occasioni latitano da ambo i lati, soprattutto perché l’Italia tiene benissimo il campo e con una grande fase difensiva complica la vita delle iberiche. Serve un’invenzione su palla da fermo per accendere il secondo tempo: all’undicesimo lo schema su punizione è perfetto e Irene Cordoba segna la doppietta personale lanciando la Spagna sul 3-1. Le Azzurre reagiscono con i tentativi di Belli e Pomposelli, ma la difesa della Roja tiene. Così, a poco meno di 5′ dalla fine, l’Italia mette il portiere di movimento creando due occasioni per accorciare le distanze, entrambe con Gaby Vanelli. Finisce 3-1 a Las Rozas: vanno così in archivio due amichevoli molto positive, che lasciano ottime sensazioni alle Azzurre.

Salvatore. A fine gara Francesca Salvatore, Ct delle Azzurre commenta soddisfatta: “Sono un’allenatrice orgogliosa della propria squadra e mi sento privilegiata perché solo stando al bordo di quel campo si può davvero percepire l’importanza del lavoro condiviso in questi due giorni. Non ci esaltiamo per un pari e una sconfitta, ma sono contenta. Facendo un’analisi globale di entrambe le gare, sono soddisfatta dell’esserci confrontate, dentro e fuori dal campo, con la Nazionale spagnola. Nel computo delle partite le ragazze hanno realizzato quanto era stato richiesto loro: essere alla pari, almeno sul piano dell’intensità e della capacità di competere contro la migliore squadra d’Europa. L’impegno è stato mentalmente molto probante e nonostante i brevi tempi di ambientamento e preparazione, le risposte sono state convincenti”. Il pari della prima amichevole è un risultato che rappresenta un passo storico, che non viene sminuito, come sottolineato dalle parole della guida tecnica delle Azzurre, dalla sconfitta odierna: “Siamo uscite dalla prima partita sapendo di aver ottenuto un pareggio pesante, creato attraverso situazioni ben costruite sul campo; dopo appena 24 ore ci siamo infilante nella stessa gara, affrontando un avversario arrabbiato per quanto accaduto il giorno precedente. Nel breve tempo a disposizione, abbiamo lavorato sugli errori macroscopici commessi e devo dire che oggi siamo state più attente. Anche il gol dell’1-0 nasce da una palla ragionate, con una partecipazione collettiva. Ancora pecchiamo di maturità negli episodi chiave, ma non siamo mai mancate di testa e intensità, questo mi dà fiducia: partite di questo livello ci permettono di tirare fuori indicazioni importanti sulle quali lavorare in futuro. Posso solo dire grazie alle ragazze, così come un ringraziamento va a chi ci ha permesso che venisse organizzata questa doppia sfida”, conclude la cittì.

SPAGNA-ITALIA 3-1 (2-1 pt)
SPAGNA: Silvia, Mayte, Ale De Paz, Vane Sotelo, Irene Samper, Noe Montoro, Melli, Martita, Luci, Peque, Dany, Estela, Maria Sanz, Irene C. Ct Pons
ITALIA: Sestari, Borges, Belli, Ferrara, Dal’Maz, Pomposelli, Grieco, Boutimah, Pernazza, Belli, Vanelli, Adamatti, Dibiase. Ct Salvatore
MARCATRICI: 13’46” pt Boutimah (I), 15’26” Peque (S), 16’38” e 10’13” st Irene Cordoba (S)
AMMONITE: Luci (S), Ferrara (I), Borges (I)
ARBITRI: Gonzalez Loreta (SPA, Moreno Duran (SPA), CRONO: Hernandez Hernan (SPA)

Divisione Calcio a 5

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top