Serie A

Jessica Marques: “Contro il Padova per iniziare nel modo giusto”

jessica marques

“Se fare fosse facile quanto sapere ciò che va fatto, le cappelle sarebbero chiese e le catapecchie dei poveri, palazzi principeschi”.

Come fosse un collegamento ipertestuale, c’è un filo che lega William Shakespeare a Jessica Marques, ed è proprio il nome che la giocatrice verdeoro porta addosso. Partire dal suo significato, per arrivare a scoprire ed imparare cose nuove. Come questa citazione del grande drammaturgo inglese, come comprendere il ragionamento che c’è dietro all’utilizzo di un nome specifico per un personaggio. Che poi, è stato proprio il signor William a dare il via all’ascesa di questo nome di donna dall’origine ebraica.

Sto divagando, come sempre. Questa citazione del Mercante di Venezia, però, mi è sembrata proprio quella giusta per raccontare del momento dell’Athena Sassari, come se stesse lì, attendendo di essere scovata. Sì, perché, come dice Marques, ciò che va fatto si sa bene: invertire la rotta ed iniziare a macinare punti. Ma non sempre è facile riuscire nei propri propositi. L’importante è continuare a provare, a lavorare, a migliorare.

Anche durante le feste. “Non ci sono state vacanze per me – esordisce la numero dieci sassarese – mi sono allenata tutti i giorni, anche in quelli festivi. Per poter lottare per i nostri obiettivi, c’è bisogno della nostra forma migliore e voglio stare davvero bene per aiutare la mia squadra a rimanere aggrappata alla Serie A. Sarà difficile, ma nulla è impossibile“.

jessica marques

Una fermezza che, secondo i bene informati, caratterizza tutte coloro che hanno questo nome: ha un carattere forte e deciso; sa che cosa vuole e sa imporsi per ottenere tutto quel che desidera. Potrebbe risultare piena di sé inizialmente, ma si tratta di una persona molto affettuosa legata ai principi tradizionali, come la famiglia. Riporto testualmente.

Sa cosa vuole, Jessica, e – nella gratitudine per l’anno appena trascorso – ha chiara la strada da seguire. “L’anno terminato da poco mi ha regalato tante cose belle, esperienze fantastiche. Poter tornare a giocare contro le migliori squadre, dopo un anno e mezzo lontana dai campi a causa della pandemia, ti dà sempre qualcosa in più, un’occasione in più per poterti evolvere.

Qui a Sassari, inoltre, sto ricevendo tutto l’aiuto necessario per tornare al cento percento della condizione, anche se le cose, a livello di risultati, non sono andate come volevamo“.

Se fare fosse facile quanto sapere ciò che va fatto…
Ora è il tempo di lavorare il doppio, con tutta l’intensità e la voglia che abbiamo, per poter raggiungere i nostri obiettivi“.

jessica marques

La classifica racconta infatti di tre punti e di piena zona play out. Non certo il posto migliore nel quale stazionare in classifica. Il nuovo anno però, fornisce subito un’occasione per provare a sovvertire le sorti: lo scontro salvezza con il Padova, fanalino di coda. “Sarà una partita molto complicata, non possiamo nascondercelo, dalla quale sarebbe importantissimo uscire con una vittoria. Come noi, le biancoscudate stanno lottando per non retrocedere, è uno scontro diretto“.

Come nel Mercante di Venezia, in cui le protagoniste riescono, utilizzando anche metodi non convenzionali, a raggiungere il proprio scopo, salvando il protagonista dalle grinfie del proprio aguzzino, anche le isolane vogliono mettere in campo ogni risorsa per poter salvare se stesse. “Abbiamo riniziato l’anno con la consapevolezza di dover dar fondo ad ogni energia e qualità, tanto personali come di squadra.

Stiamo lavorando in questo senso. Spero – conclude – che domenica possiamo iniziare a raccogliere i frutti del nostro lavoro, ottenendo un risultato positivo in casa ed iniziando con la giusta marcia il 2022“.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top