Serie A

La felicità di Ilaria Grandi: “Esordio pieno di soddisfazioni”

Ilaria Grandi

Tre punti all’esordio, menzione speciale da parte della Divisione nella lista delle Top 5 della settimana e pure gli applausi del capocannoniere della passata stagione – domenica rimasto a secco – Debora Vanin.  Il secondo anno in Serie A col Granzette comincia nel migliore di modi per Ilaria Grandi, una delle artefici del successo interno per 5-2 contro il temibile Tiki Taka Planet.
“Abbiamo preparato ed interpretato molto bene la partita, salendo tanto in pressione all’inizio e riuscendo a mantenere il vantaggio e poi addirittura ad aumentarlo, nonostante 11’ di tempo effettivo di difesa del portiere di movimento. I complimenti di Vanin? Inaspettati. D’altronde si sa chi sia lei, ma non si sa chi sia Ilaria Grandi – sorride – per cui mi ha fatto molto piacere leggere le sue parole, così come mi ha fatto piacere che la società mi abbia valorizzato facendomi partire dall’inizio”.



Sarà un ballottaggio continuo quello per la porta, con Ricottini e Gava pronte a ritagliarsi anche loro un po’ di spazio.
“Mi sto allenando bene e in modo diverso rispetto allo scorso anno, la competizione con due compagne più giovani ed elastiche mi dà grossi stimoli, dall’altra parte io condivido il mio bagaglio di esperienza e in questo modo andremo tutte verso la strada del miglioramento”.
Sarebbe stato bello arrivare al derby con questo entusiasmo, ma adesso ci saranno ben 17 giorni di attesa prima di ridare ufficialmente il via al campionato con il derby contro l’Audace.
“L’adrenalina della prima avrebbe certamente aiutato anche nella seconda, purtroppo c’è uno stop da osservare ma vuol dire che lavoreremo ancora di più sul prossimo turno: Pomposelli ed Exana sono ottime giocatrici, attenzione anche a Coppola, una simil-Vanin capace di tirare da ogni posizione del campo. Insomma mi aspetto una domenica complicata, ma è attraverso queste giornate che possiamo dare la conferma di non essere una squadra da bassa classifica: abbiamo fatto ottimi acquisti e stiamo lavorando di gruppo, mettendoci tutte a disposizione. Siamo davvero una squadra e lo abbiamo dimostrato”.

Tanta compattezza nello spogliatoio e poi la spinta esterna del pubblico, che tanto è mancata lo scorso anno.
“Giocare la prima in casa ha aiutato tantissimo: non c’è stato il viaggio di mezzo, conosciamo il campo, ma la cosa più bella è stata vedere sugli spalti chi ci ha sempre sostenute. Pensare che le prossime 6 partite saranno tutte fuori casa un po’ ci butta giù, ma faremo in modo di riabbracciare i nostri tifosi con un buon piazzamento. Dove si arriva quest’anno? Final Eight di Coppa Italia e zona playoff, l’asticella è già fissata”.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top