Serie A

Taty verso la stagione 21/22 tra riconoscimenti, preparazione e curiosità

Un caldo sabato di settembre. C’è il sole, il mare, la temperatura è perfetta.
Imperterrita cerco gli ultimi attimi d’estate in quello stabilimento diventato oramai seconda casa.
E’ ora di pranzo ma questo però è il tempo dei ricominci, come direbbe Emanuela.
Accendo il pc, compongo un numero di telefono. Nel frattempo ordino il pranzo nella curiosità generale dei presenti.
Lavorare dal mare è quasi una contraddizione in termini.
Dall’altro lato della cornetta, risponde una voce squillante. “Ciao Taty!”

Lei si che ha riiniziato.
La preparazione con il suo Città di Falconara è definitivamente entrata nel vivo. Meno di venti giorni e sarà campionato.
Stiamo spingendo forte” risponde alla mia classica domanda di apertura: come va?
Due allenamenti a settimana, amichevoli, tornei, tanto gruppo. Vogliamo iniziare il campionato dimostrando subito un buon livello, tanto fisico quanto di gioco e amalgama“.

taty

Foto Debora Braga

Non c’è dubbio alcuno che la compagine di via dello Stadio voglia confermare quanto di buono, tanto, fatto nella scorsa stagione e puntare a volare ancora più in alto. E’ la stessa Taty a confermarlo. “Lo scorso anno avevamo degli obiettivi: competere ad alti livelli, e siamo riusciti a raggiungerli. Quest’anno vogliamo la conferma. Sulla carta, la società ha fatto un ottimo lavoro per costruire una rosa completa e competitiva, ora però aspettiamo la risposta del campo. E’ sempre lui quello che ha l’ultima parola.

Le prime partite saranno sicuramente di rodaggio, abbiamo la responsabilità di far conoscere il campionato italiano alle nostre nuove compagne. Ricordo che quando sono arrivata in Italia, la differenza l’ho sentita. Dobbiamo farle adattare al meglio a questo mondo così simile eppure profondamente differente, ma non c’è dubbio che possiamo fare molto bene“.

Gli innesti che il presidente Bramucci ha scelto per la nuova stagione hanno bisogno di ben poche presentazioni. Janice Silva e Sofia Goncalves meglio conosciuta come Fifò, nonostante la loro giovane età, hanno classe e talento da vendere. Credo che tutto il movimento femminile sia curioso di veder giocare le due portoghesi nel nostro campionato. Compresa Taty.
Janice e Fifò sono due grandi giocatrici, le conoscevo già. Silva inoltre mi ha stupito. E’ una bravissima calcettista e so che crescerà ancora molto. Tutti sono curiosi di vederle giocare, io sono curiosa di vederci giocare come squadra“.

Non dobbiamo attendere ancora molto. Le danze apriranno il 10 ottobre e tutti stanno preparando il vestito migliore. “Ogni anno dico che il campionato è sempre più forte, ed è così, stiamo salendo di livello. Le giocatici che arrivano inoltre, aiutano ad accrescere lo spettacolo. Credo che sarà una delle stagioni più equilibrate e impegnative di sempre” afferma con decisione. “Ogni squadra si è rinforzata, anche le neopromosse hanno degli organici di tutto rispetto e possono raggiungere buoni risultati.
Questo è e sarà un campionato in cui non si può commettere l’errore di sottovalutare nessuno. Non si può trascurare nessuna squadra, nessuna partita“.

Parla con la consapevolezza di chi di futsal ne ha visto e giocato tanto, di chi con la sua personalità, forza e classe, rappresenta un punto di riferimento in mezzo al campo.
Si può stare sicuri con Taty.
Non a caso è stata eletta miglior centrale della passata stagione negli 5tar Futsal, premio indetto dalla Divisione Calcio a 5 e consegnato solo qualche settimana fa nella meravigliosa cornice della Sala d’Onore del Coni.
Nonostante i tanti trofei conquistati, questo è stato per la brasiliana un premio speciale.
Ho vinto tanto è vero, ma non ho collezionato molti premi individuali. Per questo è stata una grande emozione e un grande onore per me. Quando l’ha saputo, mia madre è impazzita di gioia”.

taty

Se vedremo ancora le giocate dell’Arcobaleno Cosmico è anche grazie a lei. “Dopo il campionato sono tornata a casa per le vacanze, quando sto lì il tempo è scandito dalla mia famiglia. Loro mi appoggiano in tutto.
Quest’anno -mi confida- dopo il difficile momento familiare vissuto a cavallo dell’ultima parte di stagione, avevo pensato di rimanere a casa, di non tornare, ma mamma non era assolutamente d’accordo. Mi ha spinto a continuare. Se avessi smesso per questo motivo, non ne sarebbe stata felice“.
La mamma è sempre la mamma, penso. “E’ stata la decisione giusta. In un momento di poca serenità lei è stata il mio faro. Mi ha spinto a continuare e gode più di me delle mie vittorie. Conquiste e premi personali sono anche i suoi”.

Ora è pronta a nuove avventure Taty, sempre con il Falco sul petto. “Sono tornata alla mia tranquillità e sto lavorando al meglio, come sempre. Mi aspetto grandi cose, sia dal campionato che dal mio Città di Falconara. Stiamo impiegando tutte le nostre forze e capacità – conclude – per alzare l’asticella e volare ancora più alto“.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top