eSport

The League – Firenze di nuovo in testa

Sono ora Genova e Verona ad inseguire la capolista Firenze. The League torna con tutte le partite in calendario, disputate regolarmente. Dopo l’interlocutorio turno, lo scorso, che ne aveva viste annullate ben due. Marcelli alla guida delle scaligere perde sul campo, la sua imbattibilità. Nella tana del Trieste di Iessi, il Verona non riesce mai ad essere davvero pericoloso, subisce per lunghi tratti la manovra delle avversarie che con una prestazione superiore firmano con Schmitd e Taninha un successo che rilancia la corsa ad un post nei playoff per le giuliane.

Primo derby tutto al femminile nella storia della Lega. S’affrontavano su opposte panchine Patrizia e Cristina. Vantaggio inziale delle ragazze di Garcia. Il suo Trento sorprende una retroguardia fiorentina poco attenta e passa in vantaggio con un gol di Mendes. Furiosa reazione della compagine di Lauria, anticipata in chat da una frase di Garcia: “Adesso ci rimontano e vincono 2 a 1”. Non passa troppo che pareggia subito il Firenze con una conclusione di Marcon che trova l’incrocio dei pali della porta difesa da Giovannini sulla quale c’erano ancora delle ragnatele.
Nona una manciata di giri d’orologio dopo completa il sorpasso delle gigliate che agguantano anche la testa della classifica.

Il Genova che cade in casa contro un Ascoli con il vizio di mettere in difficoltà le “grandi”. Questa è probabilmente la grande sorpresa di questa giornata. Le bianconere guidate da Serio, scendono in campo con il piglio di chi non ha nulla da perdere. Tengono alto il ritmo e colpiscono per prime con la loro giocatrice probabilmente più talentuosa. Vanelli, si costruisce e finalizza l’occasione del vantaggio. Le liguri vacillano, arretrano inspiegabilmente il baricentro e finiscono con il subire il ritmo di gioco delle avversarie. Soldevilla e Sabatino nel finale mettono un sigillo su questa maestosa prova delle marchigiane. Il gol di Belli mitiga almeno in parte la delusione per questo passo falso che costringe Pergolari a lasciare il primo posto in classifica.

Seconda vittoria in otto partite. Questo il magro bottino delle campionesse d’Italia. Inchiodate sul fondo della classifica riescono a battere il Pisa di Carbotti, in questa sorta di sfida salvezza. Le solite Vanin e Manieri in rete per il sodalizio abruzzese. Marco Ciampaglia può tirare un sospiro di sollievo, non troverà i suoi tifosi armati di forconi alla ripresa degli allenamenti. L’aggancio in classifica non può certo far felice Carbotti, il suo Pisa però sta facendo bene e con qualche variazione nella fase di mercato di metà stagione, potrebbe ambire anche ai playoff.

Santucci e il suo Bologna, sono una delle costanti di questa lega. Gioca bene, gioca male. Qualsiasi rosa assembla sotto le due torri, il tecnico del Bologna raccoglierà i frutti del suo lavoro. Bologna quarto in classifica. Una vittoria con minimo scarto contro il fanalino di coda Catania. Ha rigenerato Rocha, donato una seconda giovinezza ad Iturriaga e dato fiducia tra i pali ad un portiere esordiente. Nessuno ha quella capacità di far quadrare anche un cerchio.

Trova un pari il Venezia di Gallo, oppure perde due punti il Monza di Calegari. L’andamento della partita certamente avrebbe visto ai punti prevalere le brianzole ma questo non è il pugilato e quindi i gol di Beita e D’Incecco assegnano solo un punto a testa. Situazione ormai delineata, Calegari in lotta per un posto nella post season, Gallo invischiato nel pantano del fondo classifica.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top