The League

L’Aquila alza la Supercoppa 2021

La nuova stagione della AGS Volta League riparte da dove si era conclusa quella precedente.
Il L’Aquila di Marco Ciampaglia alza al cielo virtuale la sua prima Supercoppa. Riesce finalmente a sfatare un tabù, una maledizione che sembrava affligere la sua compagine nelle partite ad eliminazione diretta. Ciampaglia sembra aver trovato in Manieri la giocatrice capace di risolvere le partite importanti.

Da pronostico c’è un Torino favorito nella seconda partita di questo turno preliminare. Affronta un Ascoli che sembra debba recitare la parte della vittima sacrificale.
Nessuno però sembra aver avvertito le ragazze guidate magistralmente dalla panchina da Andrea Serio.
A regalare la qualificazione alle marchigiane è un gol di Gaby Vanelli, fiore all’ochiello del draft dell’Ascoli. La giovane italo brasiliana s’inventa un gol con una irresistibile azione personale e regala la qualificazione al turno successivo ad Andrea Serio.

Arriva la partita che nessuno pronosticava alla vigilia.
Bologna ed Ascoli si contendono l’accesso alla finale di Supercoppa nel quale sfidare la corazzata L’Aquila.
Marchigiane che si ritrovano dinnanzi l’ennesimo ostacolo improbo.
Il gol di Pamela Presto nel finale di primo tempo sembra rinforzare i pronostici della vigilia. Il centrale calabrese appoggia in rete un pallone facile facile. Assist di Ituriaga, al termine di un paio di incredibili dribbling.
Qualcosa però accade nell’intervallo nello spogliatoio dell’Ascoli.
La squadra di Serio esce dagli spogliatoi indemoniata. Bastano una manciata di secondi e Soldevilla trova il gol del pareggio, con una azione personale. L’equilibrio emotivo della partita cambia drammaticamente. Il Bologna si ritrova travolta dalla foga agonistica delle avversarie. Quando tutti sembrano essersi rassegnati ai tempi supplementari, arriva una zampata di Sabatino a regalare all’Ascoli la finale di Supercoppa.

La finale di Supercoppa, come tutte le finali è una questione di istanti. Decisivi.
L’Ascoli di Serio si batte, leonesse che non mollano un centimetro di campo virtuale, non sprecano un secondo. Affrontano però una squadra costruita per vincere, che non può sbagliare.
Una predestinata la squadra di Marco Ciampaglia. Nella quale vincere non è importante, è l’unica cosa che conta.
Due scudetti, consecutivi.
Un feeling scarso con le competizioni ad eliminazione diretta. Fallire obiettivi non è la mission delle abruzzesi.
L’Ascoli non ha nulla da perdere. Si getta con incoscienza contro la corazzata aquilana.
Partite così spesso le risolve un colpo, la giocata da campionessa.
Arriva il gol di Manieri all’ultimo giro di orologio, a regalare il primo trionfo stagionale a Ciampaglia.

L’Ascoli lotterà per un posto nei playoff e si candida ad essere rivelazione di questo campionato.
L’Aquila dal canto suo arriverà dove sarà capace di condurla il talento di Jessika Manieri.

 

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top