Sport

“Chiudiamo il dream gap”: la campagna di Barbie dedicata alle piccole donne

Dream gap

Giochi da “maschi”, giochi da “femmine”. Quante volte, da piccoli, abbiamo sentito questa distinzione magari accompagnata da due belle sfumature cromatiche – rigorosamente azzurra e rosa – a ribadire il concetto? Infinite, ne siamo certi. Ma qualcosa finalmente inizia a cambiare, e la rivoluzione è partita dal più impensabile degli status symbol dell’infanzia femminile: la Barbie, la bambola più venduta al mondo commercializzata della Mattel. Proprio così.

ICONE Da moglie (o compagna) di Ken, Barbara Millicent Roberts – per tutti, appunto Barbie – è stata protagonista nel corso degli anni di un cammino di emancipazione che ha seguito il corso degli eventi. L’abbiamo vista intraprendere una carriera professionale (Barbie dottoressa), vestire i panni dell’attivista e pittrice messicana Frida Kahlo, e nel 2019 è anche scesa in campo con la maglia bianconera del capitano della Juventus e della Nazionale, Sara Gama, giocatrice “in grado di ispirare ogni bambina a perseguire sempre i propri sogni!”.

DREAM GAP Coltivatrice di api, vigile del fuoco, astronauta, presidentessa degli Stati Uniti: Barbie può diventare ciò che desidera perché le possibilità sono infinite, ma deve sapere di poterlo fare. Così come devono saperlo tutte le piccole donne lì fuori. Ed è per questo che Barbie si fa portavoce della campagna comunicativa #ChiudiamoIlDreamGap”, che è esattamente il divario che separa le bambine dal loro potenziale.
“A partire dai 5 anni, le bambine smettono di credere di poter diventare ingegneri, CEO, scienziati. Ma come potremmo crederci se abbiamo tre volte meno probabilità di ricevere giochi legati alla scienza e se il doppio dei genitori cerca su Google “mio figlio è un genio” invece che “mio figlia è un genio? Abbiamo bisogno di vedere donne straordinarie essere straordinarie e scoprire in che modo ce l’hanno fatta per immaginare di diventare come loro”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top