AGS Volta League

Renata Adamatti, prima scelta assoluta

Lo spettacolo del Draft.
In una serata che è coincisa con l’arrivo di Perseverance sul pianeta Rosso, la AGS Volta League ha tenuto il suo primo Draft.
Un’esperienza che dura in realtà un giorno interno.
Le ultime trattative per eventuali scambi di scelte. Si compilano le liste di alternative al giocatore che si vorrebbe scegliere. Per molti questa è una esperienza diversa, tanto da disorientare le nuove leve. Eppure c’è chi dovrà restare alla finestra in questo draft e non riesce a farsene una ragione.

Il Monza di Marco Calegari, ha la prima scelta assoluta.
Non è un mistero il nome che probabilmente chiamerà il neo presidente brianzolo. Viene annunciato il suo turno, con un inglese “Monza, it’s on the clock” e scattano i tre minuti di finestra temporale per effettuare la scelta. Non c’è traccia del presidente sulla chat di Twitch. Minuti interminabili, sul filo di lana arriva però il nome: Renata Adamatti, meglio conosciuta come Renatinha è il primo giocatore del nuovo Monza.
Quando è il turno dell’Ascoli di Serio, la franchigia marchigiana spende la seconda scelta assoluta per Gaby Vanelli. La laterale italo brasiliana è sicuramente uno dei migliore laterali offensivi per la AGS Volta League. I bianconeri scelgono di investire in un talento di sicura prospettiva ma pronta ad aiutare da subito la squadra.
Il Pisa investe la terza scelta assoluta ancora in una italo brasiliana, Adrieli Bertè. Una stagione da protagonista nella ormai defunta Serie B, è un sicuro punto di riferimento per la banda laterale della squadra di mister Carbotti.
Cristina Garcia sceglie di puntare su Aline Elpidio per il suo Trento. Alla scelta successiva arriva però la prima sorpresa del draft. Il Bologna di Santucci che con una trade aveva ottenuta la quinta scelta assoluta del Palermo, sceglie Sara Iturriaga. Contrariamente alle previsioni, sotto le Due Torri, si decide di ripartire dalla giocatrice spagnola per offrire duttilità all’organico.

“Firenze, it’s on the clock” . Quest’anno Lauria è decisa a non passare la stagione a lottare nei bassifondi della classifica. Punta su Marcon, che a suon di gol aveva spinto il Bolzano in Serie A. La brasiliana è un sicuro rinforzo, affidabile e in grado di offrire la dovuta imprevedibilità sulla fascia laterale. Ha due scelte consecutive Patrizia e alla successiva, sceglie ancora un talentuoso ma spesso evanescente talento per la sua fascia, Nona. Coppia di laterali tecnicamente indiscutibile, vedremo sé sarà capace anche di essere sportivamente produttiva.
Quando è il turno di Alessandro Dragone e del suo Torino siamo già oltre la metà del primo giro. Decima scelta assoluta che cade su Tres Villa. Italo brasiliana, venticinque anni, un po’ a sorpresa cade così in basso nel draft. Sotto la Mole arriva un giocatore capace di far giocare bene la sua squadra ma che deve provare il suo valore nella AGS Volta League.
Arriva la penultima scelta di questo primo giro di draft. Santucci, ha una seconda possibilità di accaparrarsi i servigi sportivi di un talento assoluto. Sceglie questa volta Da Rocha, giocatore veterano che arriva da una esperienza non felice a Genova nella scorsa stagione.
L’ultima scelta del draft spetta ai detentori del titolo. Marco Ciampaglia deve sostituire Cely Gayardo e non è questa impresa facile. Dopo poco dalla frase “L’Aquila, it’s on the clock” compare in chat la sua preferenza: Amparo. La nazionale spagnola approda quindi nella squadra che ha vinto i due titoli della AGS Volta League, per far dimenticare le annate povere di successi del recente passato.

Un secondo giro che vede Lucileia rinforzare il Monza, la brasiliana non ha avuto particolare successo nella stagioni passate. Vengono scelti i primi portieri, Margarito arriva a Pisa, mentre Mendes va a portare fisicità e tecnica al centrocampo del Trento. Isabel Pereira viene scelta dal Genova di Pergolari che s’affida alla ruvida portoghese con il vizio del gol, per non soffrire troppo le incusioni sulle fasce laterali. Castagnaro difenderà i pali del Torino mentre è Nicola Schettini con il suo Catania a sorprendere tutti. Porta alle pendici dell’Etna, Neka. Brasiliana, veterana dei campi di futsal, è una di quelle scommesse della AGS Volta League che l’allenatore delle isolane ama fare. Il Trieste di Iessi ingaggia Famà, al secondo giro è un gran colpo e s’assicura crediamo un posto sicuro nei playoff anche in questa prossima stagione.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top