Caffè Corretto

Caffè Corretto – La Neve

La neve a Febbraio.
“L’ha semBre fatto” come ricordava un simpatico nonnino abruzzese con il suo pesante accento, qualche tempo fa.
Corriamo a trasmettere Pescara – Catania.
Pareggio. Partita brutta, luci del palazzetto non pervenute, quasi.
Strade inpraticabili nell’entroterra ci catapultano al palazzetto, con troppo poco preavviso. Facciamo del nostro meglio.

Nell’intervallo dell’incontro, scorro pigramente la mia timeline. Mi soffermo a leggere un post della pagina “La Giornata Tipo”. Un contenitore di storie di basket che da qualche tempo collabora direttamente con la FIP, Federazione Italiana Pallacanestro.
Racconta di una squadra che da otto anni, si barcamena sull’orlo dell’ultimo posto.
Pesaro.
Descrive così l’allenatore arrivato in questa stagione: “Occhiali da pappone. Polo da benzinaio. Carnagione legno mogano.”


Pensate cosa accadrebbe se descrivessi così l’allenatore di una qualsiasi squadra di futsal.
Eppure in quella frase ci sono tutti gli elementi dell’epica. L’Antieroe o se  preferite, il più improbabile degli eroi raccoglie intorno a se un gruppo di persone normali che farà cose straordinarie.
Raggiungere la finale di Coppa Italia.
Il post si conclude con questa epigrafe: “Ma l’immagine di questa incredibile serata e del miracolo sportivo pesarese, ha un solo volto. Anzi un solo faccione: quello di Jasmin Repesa.”
Se qualcuno nel futsal pesarese si chiede perché vi ignorano tutti anche se continuate a vincere, ecco in questo post trovate degli elementi utili.
Il calcetto a cinque non soffre solo di un ritardo, infrastrutturale ed editoriale, ma di uno ancora più grave.
Quello culturale.
Ci sono occasioni simili a questa, anche nel futsal, tutte le domeniche.
Come faccio ad esserne così sicuro?
Ho i miei appunti.
Giocatori che non saltano nemmeno una pozzanghera. Optional in porta come dichiarò Giovanni Galeone di un suo atleta.
Domeniche dove ci sono giocatori che litigano con i capelli, altri che lo fanno con i propri compagni. Una miriade di famiglie felici, perché vincono, ma se vai a scavare forse era meglio essere in famiglia con Charles Manson.
Restiamo appiattiti sui luoghi comuni, senza dare colore agli angoli bui, senza tinteggiarli di emozioni.
Prigionieri di un movimento che continua a percepire la critica come offesa personale. Incapace di distinguere l’ironia, dalla brezza che gli scompiglia i capelli.

Io in porta ho un optional. Quel gol del pareggio milanista, l’avrei preso di testa nonostante i miei cinquant’anni. (Giovanni Galeone 13-9-1992)

Turno di campionato.
Ricorsi, sette gol e quel misterioso strumento digitale. Quello che ti evita certi errori.
Una parata di Franco ferma la corsa del Falconara e tre gol portano alla seconda sconfitta del Montesilvano.
Taina segna. A fine partita profuma esattamente come se non fosse in maglietta e pantaloncini ma in un abito lungo da sera. I capelli sembrano appena lavati, non come in certi altri casi.
Non ho mai creduto in rappresentazioni come l’anima, però se dovesse esistere l’anima di una squadra quella ha il viso di Susanna. Il motore invece somiglia più ad una biondina di 25 anni, con il nome da località turistica spagnola. Anche se lei è brasiliana.
Tomislava è davvero imponente, non l’avevo mai realizzato prima. Quelle cose che ti colpiscono così, all’improvviso.
C’è chi buca una ripartenza, un contropiede insomma.
Chi allarga le braccia sconsolato, ma in sincrono. La dobbiamo vedere così una partita, una di queste volte.

AnyGivenSunday ha sempre avuto il suo talk show.
Inaccettabile, Aperifutsal, GingerAle.
Torneremo a produrne uno.
Caffè Corretto – Il Podcast
Un po’ podcast, un po’ talk radio.
Nicola Ugolini con me a condividere lo schermo e questo spazio virtuale. Le vostre domande ad indirizzare la conversazione. Andremo alla scoperta di quelle storie che alimentano i nostri sogni.
Appuntamento tutti i martedì, dalle 21.00 su Twitch.
Chi non si abbona al canale ed ha già il Prime, non vince la Volta League e la sua squadra del cuore perde ogni domenica.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top