Serie A

Dibiase sbotta: “Così questo movimento non può crescere”

dibiase

Dopo la richiesta di rinvio del match col Falconara da parte del Città di Capena per contatto diretto del #segretario della squadra laziale con soggetto con positività accertata al Covid 19, Angelica Dibiase – portiere delle citizens – ha detto la sua su Facebook. “Partita rinviata ancora una volta, ci sentiamo prese in giro”. Qui il suo post integrale.

“Non sono solita scrivere sui social ma per quanto ho capito, questo è l’unico modo per essere ascoltati! Non è assolutamente una polemica ma semplicemente ho una gran voglia di esprimere il mio pensiero insieme a quello delle mie compagne di squadra.

26/12/2020.
24 ragazze più staff società e tutto ciò che li circonda fanno allenamenti fino al 24 dicembre per poi disputare una partita importante di campionato, non tanto per la classifica quanto per il movimento del futsal femminile, in diretta tv su Rai Sport, con la speranza che si possa iniziare a dare una svolta a questo sport. Oltre al risultato, ciò che maggiormente contava era proprio portare in alto questo sport al femminile, sacrificando l’unico momento dell’anno dove ci è concesso di riposare mentalmente, fisicamente e di stare accanto ai nostri cari (per chi ne avesse avuto la possibilità).

E’ stato un sacrificio che ha raccolto i suoi frutti, la visibilità ha raggiunto dei numeri altissimi, è stato un piccolo passo avanti per tutti noi che crediamo in questo sport.

03/01/2021
Riprende un altra settimana di lavoro per preparare una gara da recuperare. Vedo gente ovunque, all’estero, in giro per l’Italia, chi con le proprie famiglie (nulla contro, se vi hanno dato il consenso avete fatto la cosa giusta!). Noi continuiamo ad allenarci, Capodanno in casa, distanziamenti e oggi ci viene detto che la gara viene rinviata ancora una volta…

ci sentiamo letteralmente prese in giro, con una grandissima mancanza di rispetto nei confronti, di chi continua a lavorare ed a fare sforzi per far sì che questo movimento vada avanti. Allora mi chiedo, cresceremo mai così? Una settimana fa c’è stato un passo avanti e purtroppo oggi, a malincuore, dieci indietro.

Se vogliamo crescere dobbiamo farlo tutti assieme a partire da noi giocatrici, dalle società e tutto ciò che circonda questo movimento. Se ognuno va per conto proprio non andremo mai da nessuna parte. Impegniamoci tutti insieme”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top