Futsal

Lazio, Scarcella indica la via per il riscatto: “Più cattiveria sotto porta”

Scarcella

Primo stop per la Lazio, ma l’umore rimane alto perché il big match contro il Falconara ha dato solo indicazioni positive. A confermarlo è Carlotta Scarcella, portiere classe 2001, che – al di là del ko di misura – riconosce la buona gara disputata dalla propria squadra sul caldissimo parquet del PalaBadiali.
“Ci è mancato qualcosa in più in attacco, per tutto il resto – però – non abbiamo assolutamente nulla da rimproverarci. Abbiamo approcciato molto bene dal punto di vista difensivo, mettendo in pratica tutto ciò che abbiamo provato in allenamento e le occasioni per segnare non sono mai mancate. Anche nel finale siamo andate vicinissime al pari con Grieco a Vanessa, ma non è andata. Mister Chilelli aveva detto che sarebbe stata una giornata decisa da un episodio ed è stato esattamente così”.

Già chiara la ricetta per tornare a correre nella prima in casa contro il Bisceglie.
“Quella cattiveria che forse è mancata nelle Marche, dobbiamo metterla al PalaGems per conquistare i tre punti. La loro è una formazione organizzata e “affamata”, sarà un’altra partita combattuta, come d’altronde lo sarà il resto del campionato. Cercheremo di lavorare sugli errori per non ripeterli e migliore, vogliamo crescere a livello di squadra e – anche personalmente – sto lavorando per arrivare a rubare qualche minuto a Tirelli e, nel futuro, aspirare ad un ruolo di primo portiere”, sorride Scarcella. Nel frattempo, le grandi responsabilità non sono mancate.
“Un momento che non scorderò mai è stato ai quarti di Coppa Italia a Cavezzo – ci racconta -. In situazione di parità e a pochi secondi dall’intervallo, ci hanno dato due tiri liberi contro. Il mister si è girato in panchina, mi ha chiamata per farmi entrare e in un attimo sono passata dall’essere tranquilla, all’avere il cuore in gola. Risultato? Ho parato sia su Ion che su Belam. A fine gara si sono complimentati tutti per come era stata preparato il cambio, sembrava fatto di proposito… ma vaglielo a spiegare che è stato tutto improvvisato – ride la numero 22. – Comunque sia, ero al settimo cielo: il mister ha dimostrato di fidarsi di me e io, dal canto mio, gli ho dimostrato che è stata ben riposta e che su di me può sempre contare”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top