Sport

Marta Bechis fa il bilancio dopo la Supercoppa di Lega

Abbiamo “disturbato”, tra una sessione di allenamento e lo studio universitario, la sempre disponibile Marta Bechis (nella foto di copertina di Filippo Rubin) della Banca Valsabbina Millenium Brescia chiedendole le impressioni dopo l’impegno della squadra in Supercoppa della Lega Volley che ha visto trionfare nettamente la Imoco di Conegliano.

1. Qual e’ il tuo bilancio dopo la Supercoppa di Lega?

Il periodo prima della Supercoppa e’ stato difficile per gli allenamenti limitati dai protocolli, dall’utilizzo della mascherina in una regione che, non dimentichiamolo, e’ stata tra le piu’ colpite dall’emergenza Coronavirus. Abbiamo avuto davvero poche opportunita’ per giocare 6 contro 6 prima di questo impegno ma siamo comunque arrivate alla Supercoppa con molto entusiasmo e molta voglia di giocare. Sapevamo che avevamo di fronte una squadra (la Savino del Bene Scandicci n.d.r.) forte, allestita per arrivare alle prime posizioni e puntare, perche’ no, a vincere. Sapevamo pero’ che anche loro non sarebbero state al 100% della preparazione ma sicuramente ad un livello elevato e cosi’ e’ stato. Forse non si aspettavano che le avremmo potute mettere cosi’ tanto in difficolta’ e che le portassimo sempre punto a punto. Ovviamente resta anche un po’ di rammarico a fine partita perche’ avremmo potuto portarle sicuramente al quinto set, che sarebbe stato un risultato piu’ equo, e poi a quel punto ce la saremmo giocata tutta. Sono 15 punti giocati sempre con la massima espressione ed e’ sempre un terno al lotto! Forse abbiamo peccato di poco cinismo, di poca concentrazione, poca determinazione per andare a chiudere e concludere dei set importanti. Comunque alla fine il bilancio per noi e’ positivo, con delle belle sensazioni. Abbiamo scoperto a che punto siamo della nostra preparazione e da li’ siamo ripartite.

2. Di contro l’Imoco sembra una squadra inarrivabile. Come la vedi?

La societa’ ha fatto un chiaro investimento gia’ 4/5 anni fa, ha deciso di puntare su alcune giocatrici e di costruire la squadra intorno a loro facendo crescere sia i singoli che il gruppo. Oggi l’Imoco e’ una squadra che sa lavorare bene insieme, le ragazze hanno un ottimo feeling ed una conoscienza l’una dell’altra estremamente elevata. Nel corso degli anni hanno potuto costruire dei giochi e degli schemi, delle velocita’ che nell’arco di una sola o anche di due stagioni diventa complicatissimo poter fare. Questa squadra ha atlete di grandissimo valore che sono li’ gia’ da 5 anni, belle da veder giocare. Probabilmente anche loro non sono al massimo della loro forma e le vedremo ancora crescere ma sicuramente fanno una pallavolo che e’ diversa rispetto a quella delle altre squadre.

3. La Supercoppa ha visto un grandissimo seguito di pubblico sia nelle dirette sul Canale YouTube della Lega che su RaiDue per la finalissima. Dato incoraggiante per la ripresa?

Il dato e’ super positivo e siamo molte contente che ci sia la voglia di tornare a guardarci, di gioire con noi e tifare. Stiamo aspettando ancora di capire come inizieremo il campionato (la prima e’ il 20 settembre n.d.r.), se i palazzetti potranno avere il 25% della loro capienza occupata dal pubblico, Ovviamente noi speriamo di avere del pubblico ma, se mai non ci dovesse essere al palazzetto, siamo contente che i tifosi ci possano seguire tramite i vari canali social network o in Tv. Sono convinta che comunque tutto il movimento trovera’ delle valide alternative per raggiungere questo pubblico sempre in crescita. Il fatto che ci sia stato molto entusiasmo intorno alla Supercoppa e che si siano attivati i canali della Lega e la Rai ha fatto si’ che ci potessimo riavvicinare ai nostri tifosi.

4. L’idea di disputare la Supercoppa a Vicenza all’aperto ha avuto anche dei risvolti negativi. Tu cosa ne pensi?

Si’ ho visto che sui social network e’ stato molto discusso il fatto che il campo sia diventato impraticabile. Io credo che la scelta di disputare la Supercoppa a Vicenza sia stata una scelta comunque spettcacolare, un evento molto bello da vedere in una cornice cosi’ suggestiva. Credo che sia stata un’idea giusta e molto positiva, sopratutto per questo periodo cosi’ travagliato. Certo c’erano delle problematiche tecniche che forse si dovevano aggiustare/verificare prima. Fortunatamente nessuno si e’ fatto male e si e’ trovata un’altra sede dove disputare le partite. Comunque nel complesso credo che sia stata una bella idea per il pubblico che poteva vedere di persona questo evento in una cornice cosi’ affascinante.

5. Il Ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha voluto presenziare alla finale della Supercoppa. Un segnale positivo per tutto il movimento?

Assolutamente si’, abbiamo bisogno del supporto delle Istituzioni e che il nostro mondo, il nostro sport venga promosso, che le persone ci conoscano e che vengano nei palazzetti o all’aperto come a Vicenza.

6. Come vedi il campionato in base al vostro calendario?

Il calendario riflette le squadre del Campionato Italiano. Sara’ un campionato difficile, di questo ne siamo consapevoli. Iniziamo con una squadra neo-promossa (Trento n.d.r.) ma sara’ una partita per noi fondamentale perche’ il nostro obiettivo e’ quello di giocarci un campionato che ci veda nella meta’ alta della classifica o comunque con delle ceretezze di salvezza. La prima partita sara’ comunque complicata per diversi aspetti. Innanzi tutto perche’ ad oggi non abbiamo avuto la possibilita’ di giocare tante partite e quindi arriveremo un po’ tutti impreparati, in secondo luogo perche’ questa sfida e’ subito importante per noi e quindi sara’ carica di tensione, di stress emotivo. Infine (nota di colore) il nostro allenatore ci ha confidato di non aver mai vinto contro Trento quindi dobbiamo sfatare questa casistica!

7. Qualcuno ha notato che sei meno attiva sui social, soprattutto il tuo account Instagram e’ fermo da qualche mese. Come mai?

Mi dispiace che si sia notata questa assenza. In realta’ resto molto attiva su facebook ma sto avendo delle problematiche con il mio account Instagram a seguito del riconoscimento da parte del social (la famosa spunta blu vicino al nome n.d.r.) e quindi non riesco in questo momento a riavere l’utilizzo dell’account e sono impossibilitata a postare. Ecco perche’ da diversi mesi non appaio su Instagram ma ringrazio tutti i tifosi che mi seguono con costanza e mi dispiace di non poter interagire con loro su questo social e spero di ritornare presto anche su Instagram oltre che rivederli dal vivo nei palazzetti!

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top