Caffè Corretto

Caffè Corretto – La caSSa del Futsal

Difficile far comprendere che il futsal possa anche essere un business, non c’è il concetto di prodotto, si vive senza programmazione, con quell’idea tutta partenopea “che adda passà a nuttata”. C’è sempre qualcuno che deve fare qualcosa raramente qualcuno che quelle “cose” le faccia.
Oggi però c’è spazio per il futuro, dal passato dovremmo imparare delle lezioni ma per imparare qualcuno dovrebbe anche saper leggere.

Forse un giorno anche il futsal sarà come il calcio, una “macchina dei sogni”, in fondo lo sono tutti gli sport con un grande seguito di pubblico, il futsal italiano che di pubblico non ne ha tantissimo forse è una macchina ma non si sa bene cosa produca.
Debiti, forse.
Pare produca anche disordine amministrativo, strisciate selvagge, carte a debito, contratti senza copertura, personalismo, rischio organizzativo.

Ora però vi chiedo di imbarcarvi con me in un viaggio, uno di quelli verosimili e che forse sono l’incubo di alcuni, la cornucopia di altri e l’ignoranza di molti.
Non c’è bisogno di un grande sforzo d’immaginazione e come in tutti i racconti che si rispettano: riferimenti a fatti e persone è puramente casuale, forse.

Federazione della Palla a Muro Appiccicosa, relazione intermedia degli Organi di Vigilanza.
Vi propongo una lista, di potenziali rischi di reato:
Art. 24 del D.lgs. 231/2001 “Reati commessi nei rapporti con la Pubblica Amministrazione”
•Malversazione a danno dello Stato o di altro ente pubblico (art. 316 bis c.p.);
•Indebita percezione di contributi, finanziamenti o altre erogazioni da parte dello Stato o di altro ente pubblico o delle Comunità europee (art. 316 ter c.p.);
•Truffa aggravata in danno dello Stato o di altro ente pubblico (art. 640 e art. 640, comma 2, n. 1 c.p.);
•Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640 bis c.p.).

37 Art. 24ter del D.lgs. 231/2001 “Delitti di criminalità organizzata”
•Associazione per delinquere (art. 416 c.p.). Art. 25ter del D.lgs. 231/2001 “Reati Societari”
•False comunicazioni sociali (art. 2621 c.c.);
•Impedito controllo (art. 2625 c.c.);
•Corruzione tra privati (art. 2635 c.c.). Art. 25octies del D.lgs. 231/2001 “Ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, nonché autoriciclaggio”
•Riciclaggio (art. 648bis c.p.);
•Autoriciclaggio (art. 648ter c.p.). Art. 25quinquiesdecies del D.lgs. 231/2001 “Reati Tributari”
•Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 2 del D. Lgs. 74/2000);
•Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 8 del D. Lgs. 74/2000).

•Violazione dei principi generali e criteri di condotta del Codice Etico.

Se qualcuno in una posizione apicale, nel palazzo della Palla a Muro Appiccicosa, si fosse potenzialmente macchiato di questi potenziali reati, sarebbe ancora al suo posto?
Quelli che con lui hanno condiviso le scelte girerebbero l’Italia cercando consenso elettorale?
Sareste infuriati vero?
Se foste dei presidenti, se nella Serie A di PaMA aveste investito del denaro non vi piacerebbe che venisse gestita la parte comune della vostra lega con trasparenza e professionalità?
Forse no, perché le mancanze di un presidente, l’opacità di certi atteggiamenti permette a tutti una condotta più rilassata. Potrebbero esserci dirigenti disposti a ritirare la squadra per un paio di casi di CoVID anche se poi la stagione è lontana mesi. Potreste considerare i contratti una fastidiosa incombenza, tanto siete uomini di parola e la fiducia che c’è nell’aria s’avverte come un sacco di letame gettato su un ventilatore.

Se nessuno rispetta le regole, che senso hanno le regole.
Ritiro la squadra, non ritiro la squadra e poi vallo a spiegare che il Maestro Myagi e Ralph Macchio sono ancora di moda e non solo su Netflix.
C’è una tragica rassegnazione nello scoprire che la Palla a Muro Appicciosa non è diversa da altri sport, minori o maggiori che siano.
Lo sport di puntare il dito è diventato disciplina nazionale, si indicano i problemi senza mai offrire soluzioni, si racconta di un mondo di cui tanto non importa nemmeno ai protagonisti.
Di quelli nascosti dietro alla parola passione, che ha lo stesso suffisso di prefessione ma si collocano agli antipodi.
Se non importa davvero a voi, perchè dovrebbe importare a noi?

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top