AGS Volta League

AGS Volta League, numeri e costi

La AGS Volta League è appena sopravvissuta alla sua prima stagione e s’avvia a concludere la seconda, il tutto nel volgere di alcuni mesi.
Un progetto nato per sostituire “la schedina” della Serie A di futsal femminile, che oltre ad ovvi problemi organizzativi, non generava interesse come era nelle previsioni. Anzi in alcuni frangenti rincorrevamo, sbagliando, anche la partecipazione di alcuni. Insomma un flop, almeno nel confronto tra le energie impiegate e la resa in termini di traffico.
L’uscita di FIFA 20 e del sul Volta, ci ha fatto maturare una decisione radicale, chiudere “la schedina” e convogliare tutte le nostre forze, cioè principalmente le mie, su una operazione completamente diversa.
Una competizione a metà tra il football manager e il fantacalcio, che vedesse impegnato un numero di persone limitato e ci permettesse, almeno in prospettiva, di generare non solo traffico sui nostri canali, ma un eventuale rientro economico rispetto alla spesa iniziale.
Abbiamo atteso prima che fosse disponibile una versione demo del gioco per poter testare le sue caratteristiche e valutare la fattibilità del nostro progetto. Una volta esaminato e analizzato il lato tecnico dell’operazione siamo passati ad un confronto sui costi. Abbiamo atteso che il prezzo di FIFA 20 si attestasse al di sotto dei 40 euro, avevamo bisogno inoltre di un secondo controller e sono altri 30 euro da aggiungere all’investimento iniziale. Con qualche sconto siamo riusciti a prendere gioco e controller per circa 60 euro.
Il lockdown era ancora lontano anche se il Covid-19 aleggiava già nell’aria e si apprestava a sbarcare in Europa. Nella prima Serie A, con 10 allenatori-presidenti abbiamo avuto una media spettatori di dodici unità, 1/10 di una partita di cartello della Serie A Femminile ma in linea con uno scontro di Serie A2 Femminili. Lo ribadisco qui per quelli con chiare difficoltà cognitive, questi sono numeri reali, nessun dato di visualizzazioni da tre secondi come accade su Facebook.

Abbiamo trasmesso oltre venti ore di diretta per la prima stagione della AGS Volta League, siamo a tredici nella seconda, ancora in corso.
Per un raffronto possiamo dirvi che la stagione di Serie A Femminile 19/20 si è fermata a diciannove ore di diretta, mentre quella 18/19 completa ha prodotto 27 ore di trasmissione dal vivo.
Numeri importanti, per un evento considerato virtuale.
In molti al di fuori della bolla Facebook nel quale s’è rinchiuso il futsal in Italia, sono arrivati proprio sulla piattaforma a chiederci di cosa si trattasse, il passaparola ha fatto il resto.
In qualità di canale affiliato a Twitch, AGS non riceve alcun bonus diretto dalla pubblicità della piattaforma ma ha tuttavia la possibilità di ricevere “bits”, una sorta di moneta virtuale e può anche ricevere abbonamenti.
La visione delle partite resta gratuita anche a chi non si abbona tuttavia, l’abbonamento è una delle modalità con le quali è possibile supportare il canale.
Chi è già abbonato ad Amazon Prime, se collega il suo account Amazon a Twitch (Twitch è di proprietà di Amazon ndr) può gratuitamente una volta al mese, quindi senza oneri aggiuntivi, regalare ad un canale un mese di abbonamento.
Ho chiesto ai nostri presidenti di abbonarsi al canale, focalizzando l’attenzione sulla modalità per così dire, gratuita.
Ringrazio ora, pubblicamente Patrizia e Alan che da mesi continuano ad abbonarsi al canale, insieme al nostro abbonamento personale, già collegato alla piattaforma per gli sconti e i “drop” di videogames ci hanno permesso di misurare la resa economica.
Non solo, ci hanno dimostrato supporto concreto, un gesto che se nella sostanza rimane economicamente limitato ha un significato umano più ampio.
In questo momento Twitch per tre abbonati al canale, ex Amazon Prime, ora Amazon Gaming, ci verso 7 euro circa al mese.
Un paio di birre nel bar lercio sotto casa, che però non posso ritirare prima di aver raggiunto i 50 euro.
Sette euro al mese, 10 mesi per rientrare della spesa senza considerare le ore investite nel realizzare le rose, oltre 93 giocatrici quelle ora presenti nel database della AGS Volta League.
Economicamente non è stato certo un successo, non abbiamo nemmeno raggiunto un pareggio di bilancio, al primo anno sarebbe stato un traguardo eccezionale ma l’ho mancato. Nella seconda stagione abbiamo aumentato il numero di giocatori che partecipano a 16 senza però incrementare il numero degli abbonati.

Male ma non malissimo.
L’ho considerata una base di partenza sulla quale costruire.
Siamo riusciti a costruire una “community” intorno al gioco e stiamo sviluppando un progetto per la prossima stagione che trasformi questo fantacalcio manageriale in una vera squadra di eSport, ma ve ne parlerò più avanti.
Abbiamo un buon riscontro in termine di rilevanza social con i nostri video dei gol sia su Instagram che su TikTok sul quale siamo sbarcati con l’intenzione di sfruttare la migliore capacità di scoprire nuovi contenuti che offre la piattaforma ormai ex cinese.
Ci ha contattato sia la federazione brasiliana quanto quella spagnola che hanno poi offerto, ai loro appassionati un formato di gioco, simile al nostro.
Abbiamo creato e distribuito le figurine digitali dei giocatori della AGS Volta League con i loro fifa ratings, per permettere finalmente a chi partecipa ai nostri tornei di avere concretamente un riscontro circa il valore degli atleti virtuali.
L’obiettivo della AGS Volta League è diventare autosufficiente economicamente, anche in prospettiva dell’arrivo della prossima generazione di console. La meta per ora è fissata a 300 abbonati mensili, sarebbe un traguardo che renderebbe il canale e tutti i suoi contenuti completamente autosufficiente. Quella cifra permetterebbe di investire in nuove risorse, un maggiore programmazione in termini d’offerta video, nella differente offerta di programmi.
Siamo fermi ad 1/100 di quell’obiettivo, ma ringrazio ancora Alan e Patrizia, quel gesto per quanto piccolo ha alimentato e promosso questo progetto.
Avete dato un valore a quello che facciamo, una gratificazione economica.
In un panorama come quello del futsal italiano, dove la gratuita è percepita come assenza di valore, voi ci avete aiutato a combattere questo paradigma.
Un prodotto di qualità costa del denaro, voi due ci avete aiutato ad incrementare quel valore.
Grazie.
Grazie, anche agli altri quattordici allenatori e presidenti della AGS Volta League, non siate pigri collegate Twitch ad Amazon e abbonatevi, tanto è gratis.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top