AGS Volta League

Serie A – Catania capolista, Serie B – Sassari di misura

Doppio turno di campionato questo appena disputato, coinvolte tutte le squadre anche quelle che militano nella Serie B. Nicola Schettini e il suo Catania viaggiano con il vento in poppa e mantiene la testa della classifica mentre in cadetteria il Sassari soffre ma alla fine porta a casa i tre punti.

 

Una stagione da ricordare questa per Luca Marcelli che sembra essersi lasciato già alle spalle l’incubo della lotta per non retrocede e si lancia a suon di gol, quelli di “Pompo da Verona”, nelle zone alte della classifica. Ancora una sconfitta invece per il Genova di Pergolari che non riesce a concretizzare l’enorme mole di azioni offensive sviluppata dalla squadra. La squadra ligure è probabilmente prigioniera dell’equivoco del doppio pivot, Dal’Maz e Da Rocha per il quale Alan non riesce a trovare una soluzione tattica che renda il suo quintetto competitivo. Situazione analoga a quella che aveva praticamente affossato il Trieste nel girone di ritorno della scorsa stagione.

Venezia – Trieste non è una partita come tutte le altre, il Derby del Gufo rappresenta una delle rivalità principali della AGS Volta League.
Gallo vs Iessi. Alla guida di due delle corazzate di questa Serie A, questi allenatori non potevano che dare vita a una spumeggiante partita dall’alto valore tecnico e tattico.
Sebbene a parti invertite rispetto alla scorsa stagione, non c’è mai nulla di banale in questa sfida. Trieste partiva probabilmente con i favori del pronostico, un rendimento almeno in questo inizio di stagione che fa ben sperare mister Iessi. A contendergli i tre punti in palio un Venezia che sebbene sembra aver smarrito alcune delle certezze che sono valse già una Coppa di Lega e  una Supercoppa, resta avversario temibile e ostico.
S’inseguono le due compagini anche nel risultato, l’emozionante altalena di sorpassi ha mostrato a tutti quanto possa essere divertente una partita della AGS Volta League.
Il pareggio finale rallenta probabilmente la corsa per la testa della classifica da parte di entrambe le squadra ma lascia gli spettatori neutrali entusiasti per lo spettacolo al quale hanno assistito.

 

Catania, la capolista che non t’aspetti, che nessuno pronosticava alla vigilia.
Bologna padrone del campo, per lunghi tratti dell’incontro addirittura dominano le avversarie ma le siciliane non si scompongono, tengono botta, restano ordinate e non si fanno travolgere dalla marea avversaria. Dagli spalti si ha l’impressione che il Catania stia per capitolare da un momento all’altro e invece arriva il colpo della campionessa. Nicola Schettini quest’anno può contare sull’ex pallone d’oro Vanessa e a lei ha affidato le chiavi del suo attacco. La brasiliana reduce da una prima stagione deludente nella AGS Volta League, sembra aver trovato la sua dimensione perfetta alle pendici dell’Etna. All’inizio della ripresa rompe l’equilibrio sfoderando un colpo di classe con il quale salta la diretta avversaria e poi trafigge il portiere avversario.
Catania capolista solitario con i gol della sua campionessa più celebrata.

Risultato di parità a reti bianche per l’incontro tra Terni e Firenze. Ennesima occasione per recriminare per Patrizia Lauria, il suo Firenze conduce per lunghi tratti l’incontro non riuscendo però a superare l’estremo difensore avversario. Giovannini sulla panchina del Terni si attendeva forse qualcosa di più da Elpidio che non è riuscita quasi mai a liberarsi al tiro, sul fronte opposto Bianchi ha faticato a fare pesare il suo dribbling in avanti. Adamatti che si era ben distinta all’esordio nel ruolo di pivot non è certamente la laterale devastante che dominava la fascia destra dell’Ancona Campione di Lega.

Squadre in cerca d’identità, L’Aquila e Torino. La prima con l’urgenza però di trovare anche continuità nei risultati, perché le Campionesse di Lega non possono navigare anonime a metà classifica. Ciampaglia riporta Bettioli in difesa, inverte i suoi due esterni e manda in campo quella che pensa sia la formazione migliore. Sono però le ragazze di Dragone ad approfittare degli errori delle avversarie. Prima Coppari di testa svetta sola in mezzo all’area avversaria, poi Oselame si rende protagonista dell’ennesimo errore clamoroso e Amparo ringrazia insaccando a porta vuota. Iniziano a volare i rotoli di carta igienica dagli spalti occupati dalla tifoseria di casa. Bettioli non è Schmidt, Oselame non è Nagy, queste le due più evidenti differenze tra la squadra che era e quella che ora calca il campo. Ciampaglia però può contare sul pilastro della sua squadra, sul suo Capitano: Araceli Gayardo. La brasiliana proprio sulla sirena che sancisce la fine della prima frazione con un pregevole gol arresta la marea granata che stava per soffocare lei e le sue compagne.
Nella ripresa nemmeno il tempo di sudare e ancora lei con una cavalcata inarrestabile si mangia il parquet e le avversarie e impatta. Il Torino ha bisogno di punti, Dragone s’accorge che la partita è sfuggita di mano alle sue ragazze e sistema la difesa cercando di portare almeno a casa un pareggio.
Non è d’accordo Vanin che con la complicità involontaria di Margarito e il concreto aiuto di un palo, trova a pochi secondi dalla sirena finale il gol del 3-2. Impazziscono i tifosi di casa che almeno per questa settimana perdoneranno a Ciampaglia una campagna acquisti fino ad ora abbastanza deficitaria.

Bolzano a valanga sul Palermo e resta in scia della capolista Sassari. Le sarde soffrono in casa contro un coriaceo Ascoli costretto a soccombere nel finale al gol di Erika Ferrara.
Medesima sorte tocca la Pisa che subisce un gol in avvio dall’esperta Valentina Siclari e non riesce poi a rimontare lo svantaggio maturato.
Prime tre giornate che delineano già una lotta per la promozione che si preannuncia come una lotta a due tra Sassari e Bolzano, da non trascurare però squadre come Pisa e Ascoli ottimamente messe in campo dai rispettivi allenatori capaci di dare filo da torcere anche a formazioni sulla carta più attrezzate almeno tecnicamente.

 

 

 

 

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top