Sport

Ellen Castro-Molfetta, l’amore continua: “Per me è una famiglia”

Ellen Castro

La bella storia d’amore tra Ellen Castro e la Femminile Molfetta continua. Nessun dubbio da entrambe le parti, tanta stima reciproca e un obiettivo comune da raggiungere insieme: la massima categoria del futsal femminile, alla quale il club biancorosso aveva puntato ancora una volta fortissimo, tanto che solo l’emergenza sanitaria ha potuto fermarlo.
“Dal mio primo giorno qui, mi sono trovata benissimo – parla del suo rinnovo la stella brasiliana. – A Molfetta ho trovato una famiglia, per questo restare è stata una scelta naturale: quest’anno non ho potuto aiutare molto le mie compagne, ma nella stagione che verrà darò tutta me stessa per farlo. Altri obiettivi? Sono certa che la società creerà una squadra ancor più competitiva in modo di poter arrivare a guadagnare la promozione in A: nella passata stagione ci è mancato poco così, a febbraio ci ha bloccate la pandemia, ma nella prossima faremo in modo di esaudire il nostro sogno”.

Un sogno che dopo l’accesso in Final Four sembrava davvero a portata di mano.
“Purtroppo il campionato si è interrotto in un periodo importante, subito dopo la qualificazione in Coppa e prima della partita contro il Fasano, che sarebbe stata la chiave del campionato dato lo scontro diretto per la vetta. Ci è rimasto l’amaro in bocca, però adesso dobbiamo pensare alla salute di tutti noi e a preparaci alla ripartenza: cerco di mantenermi in forma con allenamenti giornalieri e di passare del tempo con i miei cagnolini all’aria aperta, riesco a fare anche delle partitelle con loro. Zaira è un ottimo portiere, quando si ricomincerà non avrà bisogno della preparazione”, scherza prima di tornare a parlare di squadra.

Una delle ultime emozioni condivise è stato un super gol da centrocampo allo scadere contro il Rionero.
“Non è stata una partita facile e sono contenta di aver segnato la rete che ci ha portate ai tre punti, ma – come in ogni vittoria – il merito è di ognuna di noi. Del nostro gruppo mi manca tutto, dallo stare insieme agli scherzi nello spogliatoio, passando per gli allenamenti. E poi, mi manca quella fantastica emozione che sento nello stomaco ogni volta che entro in campo”.
Ma anche le emozioni extra calcistiche non scherzano, dato che lo scorso 12 marzo, Ellen e Arianna Pasculli si sono unite in matrimonio con rito civile.
“Mi hanno sempre detto che le persone speciali arrivano sempre nei momenti più difficili della vita e sono d’accordo – racconta emozionata Castro. – Arianna è sempre stata al mio fianco nei momenti in cui io non avevo più forze. Per noi atleti gli infortuni sono degli incubi, ma avere lei accanto e sapere che ha sempre creduto in me, quando io stessa non ci riuscivo, è stato importantissimo. Quando abbiamo deciso di sposarci non era ancora iniziata l’emergenza Covid19, ma anche in quel caso non ci siamo arrese e abbiamo proseguito per la nostra strada. Con lei accanto è tutto più “leggero”, anche questo periodo così difficile. Quel 12 marzo è stato il giorno più bello non solo di quest’anno, ma di tutta la mia vita: è una persona speciale e stare insieme a lei mi fa sentire completa. Purtroppo non ci siamo potute godere quel momento come avremmo voluto, appena finita questa emergenza – però – speriamo di poter festeggiare con amici e famigliari. Devo ancora convincere i miei a prendere un aereo per venire in Italia – ride –, forse faremo prima noi ad andare in Brasile per un viaggio di nozze che si è fatto attendere, ma sarà bellissimo”.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top