Serie A

Valerio Bernardi: “Ripresa possibile, ma non prima di maggio”

valerio bernardi

Tempi di ripresa verosimilmente spostati da aprile a maggio e successiva riorganizzazione che dovrebbe portare al compimento del campionato in corso. Anche Valerio Bernardi, rappresentante del calcio a 5 all’interno dell’Assocalciatori, sembra confermare l’ipotesi già avanzata ieri da Luigi Barbiero, coordinatore della LND e braccio destro di Sibilia, presidente della LND e vicepresidente vicario della FIGC.
“L’intenzione generale è quella di far riprendere le attività, ma non prima di maggio. Questo sarà un mese di attesa e di calma, bisogna valutare la situazione legata al Coronavirus e capire se saremo nelle giuste condizioni per ripartire, ma – ripeto – c’è la volontà di concludere i campionati, soprattutto nazionali. Anche perché – se non dovessimo rimetterci in moto – il problema non sarebbe del calcio a 5 o di un’altra specifica disciplina, ma sociale: significherebbe che non ce la facciamo come paese”.
Ma da maggio al 30 giugno, termine della scadenza dei contratti, ci saranno i tempi tecnici per concludere la stagione?
“Vediamo come cambia l’orizzonte, il modo poi sarà l’ultimo dei problemi. Se non accadrà niente di particolare, sono tutti convinti di poter prorogare la scadenza del 30 giugno e ristrutturare l’attività sia dal punto di vista della pianificazione che dei tesserati. Appare difficile, però, vista la situazione e i tempi, ipotizzare uno svolgimento o una riprogrammazione delle coppe”.
L’unico a rimetterci finora potrebbe essere il settore giovanile, per il quale è già stata disposta la sospensione dell’attività fino al 30 giugno: probabile, quindi, che la stagione sia davvero finita anticipatamente.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top