Serie A

Daiana Mangafas: “Giochiamo la partita della responsabilità”

mangafas

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore, recitava una vecchia canzone.
La realtà che stiamo vivendo ci tiene lontani dagli occhi ma possiamo contraddire Sergio Endrigo e sottolineare, una volta ancora, come i cuori siano profondamente connessi. la conferma arriva anche da Daiana Mangafas che, da Molfetta, non smette di sentire e pensare ai propri cari: “Essere una giocatrice di futsal mi tiene spesso fisicamente lontana dai miei affetti. Se però, durante il campionato la malinconia è mitigata dalla certezza di poterli raggiungere a fine stagione, ora la mancanza si fa più forte e tangibile. Sono consapevole che avrei potuto raggiungerli prima dell’intensificarsi dei contagi da coronavirus e del blocco degli spostamenti ma, valutando le possibili conseguenze, ho scelto di rimanere nella mia casa italiana, così da preservare la loro salute e fare la mia parte nella prevenzione dei contagi.
Stare lontana però non significa non sentire vicini i miei cari: ci sentiamo ogni giorno, con chiamate e videomessaggi e non manchiamo di sostenerci. Come è facile immaginare, sono tutti preoccupati e quello che cerco di fare è infondere in loro fiducia e tranquillità, rassicurandoli.
E’ certamente un momento nel quale il mondo intero è messo alla prova, socialmente, umanamente e economicamente. In Argentina l’epidemia è ancora nelle prime fasi ma il governo, vedendo le realtà di Cina ed Italia, sta predisponendo tutte le misure necessarie affinché la pandemia abbia il minor impatto possibile sulla popolazione. Mi auguro che le persone riescano a comprendere la gravità della situazione e adottino comportamenti rispettosi, non per imposizione ma per coscienza e intelligenza“.

Preoccupazione si, ma anche tanta speranza: “Ogni giorno diventa tutto più difficile e non nego che quello che sta accadendo mi preoccupi molto. Sono sicura però che riusciremo a superare la contingenza e a far tesoro degli insegnamenti che una catastrofe di questa portata porta inevitabilmente con se. Personalmente sto bene, la salute non mi manca e mai come ora mi considero fortunata. Continuo ad allenarmi in casa e ho organizzato le mie giornate secondo una routine che mi aiuta a mantenermi impegnata e ottimista“. Lontani ma vicini è lo slogan che rimbalza da un canale social all’altro e, come per tante altre realtà sportive, rappresenta la quotidianità anche per Daiana e tutto il Molfetta: “Siamo un gruppo affiatato, lo siamo in campo e lo stiamo dimostrando anche ora. Ci sentiamo spesso, ci teniamo compagnia e ognuna è a disposizione dell’altra per qualsiasi cosa. La società poi è sempre pronta ad offrirci tutto il supporto di cui abbiamo bisogno. Siamo isolate ma mai sole.”

mangafas

In questo contesto, la calcettista argentina, assieme alle sue compagne con le quali condivide l’abitazione, ha voluto lanciare un messaggio di speranza a tutti i molfettesi, realizzando uno striscione di incoraggiamento fieramente esposto in balcone: “L’ idea è nata perché abbiamo visto degli striscioni fatti per i bambini quando siamo andate a fare la spesa. La strada che stavamo percorrendo era vuota e desolata, quegli striscioni ci hanno trasmesso positività e speranza. Per questo motivo abbiamo voluto abbracciare la causa e realizzare uno striscione che trasmettesse fiducia, con i colori dell’Argentina per sottolineare che non importa il Paese di provenienza, siamo tutti chiamati ad essere responsabili e abbiamo tutti ed indistintamente lo stesso desiderio di tornare ad abbracciarci.
Un messaggio universale che si unisce all’esortazione riservata agli appassionati del futsal: “E’ fondamentale essere solidali e pazienti. Se ognuno di noi farà la propria parte, contribuirà a rendere meno lunga e pericolosa la crisi sanitaria che stiamo vivendo. Solo così potremo ritornare tutti a vivere le emozioni che il futsal regala nel più breve tempo possibile“.

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top