Serie A

Kick Off-Salinis, Vanessa Jimenez esulta: “Stanca, ma felicissima”

Vanessa Jimenez

“Più felice che stanca”. Vanessa Jimenez commenta con un largo sorriso il 2-1 restituito alla Salinis nella gara di ritorno. Aver vinto contro le campionesse d’Italia ha colorato la settimana delle all blacks, e ancora più bello è stato esserci riuscite nei secondi finali di una gara intensissima.
“Avendo visto le mie compagne in allenamento, ero sicura che avremmo vinto. A 40” dalla sirena ho guardato il cronometro e ho pensato: “Adesso Debora si inventa qualcosa e ce la facciamo”. Il gol è stato di Pomposelli, bravissima a fare una corsa di 30 metri quando di energie ce n’erano ormai pochissime, ma la genialità è stata proprio del capitano che se n’è andata sulla fascia e ha messo quel pallone d’oro in mezzo”.

Dopo l’impresa, meritata giornata libera per andare allo stadio a vedere Milan-Torino, scelta per la quale le sue ex compagne Soldano e Nicoletti storcerebbero il naso.
“Anche io tifo Juventus come loro, ma tutto sommato mi sono divertita. Ho visto un gol – sorride – pensavo sarebbe andata peggio… Quando sono arrivata in Italia – torna alla scorsa estate la spagnola – sono state sue compagne eccezionali e mi hanno aiutata tantissimo: con Giusy parlavo di tutto e mi ha dato consigli preziosi, Susy mi ha dato tranquillità in campo. Se qualche volta mi ha ripresa, è stato per il mio bene ancora prima che per il bene della squadra. Nei mesi in nerazzurro sono stata bene, poi però si è temporeggiato troppo nel cambio tecnico in panchina e sono andate via persone della società che avevano contribuito a farmi sentire a casa. Così ho deciso di vestire un’altra maglia”.
Perché la Kick Off? È stato tutto molto naturale.
“È la squadra italiana più conosciuta all’estero. È come il Real Madrid, il Barcellona o il Futsi Atletico Navalcarnero, e poi conoscevo già Irene Castillo e Pedro Merono. Qui ho trovato ciò che più mi stimola e cioè la possibilità di allenarmi con grande intensità. Più sono intense le sedute e più cresce il mio rendimento. Le sfide mi divertono, mi spingono a dare di più”.
Sale l’attesa, quindi, per il big match con il Città di Falconara che lo scorso ottobre è stata un vero spot per la disciplina.
“Se all’andata c’è stato spettacolo, ce ne sarà ancora di più al ritorno. Non so come andrà a finire, ma – chiude Vanessa – sono sicura che competeremo a livelli altissimi e con lo stesso atteggiamento che ci ha già permesso di fare bene contro Lazio e Salinis”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top