Serie A

Il Noci e poi la Copa América, Lucilèia: “Carica ed emozionata”

Lucilèia

Il Brasile chiama e Lucilèia Renner Minuzzo risponde, mentre il Montesilvano farà il tifo per lei sperando che torni a casa con un altro titolo: la Copa América. Da martedì il ritiro a Londrina, poi la partenza per il Paraguay, dove – dal 13 al 20 dicembre – inizierà una competizione già vinta nel 2016 in Uruguay e messa in bacheca accanto al Pallone d’Oro, ai 6 titoli mondiali e agli svariati titoli sudamericani. Quella tra la Nazionale e Lù è una storia iniziata 12 anni fa, ma per la brasiliana l’emozione è quella di un nuovo battesimo.
“Per me è sempre come se indossassi quella maglia per la prima volta e stavolta sarà ancora più speciale, dopo due anni di attesa. Anche se rispetto all’ultima convocazione ci saranno molti volti nuovi, sono certa che l’identità del Brasile sia rimasta uguale nel tempo: c’è voglia di combattere e vincere, caratteristica che abbiamo sempre avuto e non potrà mai cambiare. Cosa mi aspetto dalla competizione? Di far bene come sto facendo in biancazzurro e di aiutare la Nazionale ad alzare un’altra Copa América”.

NOCI IN CASA – Prima di attraversare l’oceano, però, la numero 10 aiuterà le sue nella gara col Noci che dovrà servire a cancellare l’opaca prestazione offerta contro il Cagliari.
“Fino a 10’ dalla fine stavamo vincendo, poi loro sono state brave a capitalizzare gli episodi a loro favore e un po’ alla volta siamo uscite dalla gara. Non sarebbe dovuto accadere perché potevamo gestirla diversamente, ma può succedere: meglio ora che quando arriveranno i momenti più importanti della stagione. Rimango comunque tranquilla, mi fido del gruppo e so che non dobbiamo far altro che continuare su questa strada convinte del nostro lavoro. Contro le pugliesi riprenderemo da dove avevamo lasciato e lo faremo con il sostegno dei nostri tifosi che è sempre un valore aggiunto”.
L’ultimo abbraccio del 2019 al suo pubblico e poi la partenza, sicura che il rendimento del Montesilvano non risentirà affatto dell’assenza della sua miglior marcatrice.
“Il nostro gioco non si basa su un singolo, ma su un intero gruppo che ha già dimostrato parte della sua forza. Sono certa – chiude Lù – che daranno tutte il massimo per non far sentire la mia mancanza”.

Ufficio Stampa

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top