Serie C

Baldi alla guida del Borgo Solestà: “Spirito di gruppo e sacrificio”

Borgo Solestà, Baldi

Avete presente il mito dell’Arabe Fenice, capace di risorgere dalle proprie ceneri? Bene, la storia del Borgo Solestà potrebbe partire proprio da qui e da quelle ore di fuoco che l’hanno portata dall’Inferno al Paradiso. Siamo in pieno agosto e manca solo un giorno, ormai, all’iscrizione del Futsal Cento Torri al campionato regionale marchigiano: c’è il campo, ci sono le giocatrici che hanno già scelto anche il loro mister, Eleonora Baldi, vice-tecnico in A2 con la Dorica Torrette, felice di intraprendere questa nuova avventura. Ma a pochi giorni dalla deadline, il presidente del Cento Torri interrompe tutto con un dietrofront comunicato su Whatsapp: venute meno alcune condizioni, il campionato non si farà. Si fosse trattato di un progetto con altri interpreti, probabilmente ora non starei qui a parlarvene. Ma – grazie alla tenacia di Baldi e delle sue, e al prezioso contributo del Comitato Regionale Marche – la soluzione spunta fuori in tempo record: c’è una società di calcio a 11 con sede ad Ascoli Piceno, il Borgo Solestà, che viene a conoscenza dell’accaduto e non ci pensa su due volte, accogliendo le gialloblu sotto la sua ala protettrice. Ed è qui che questa storia ha davvero inizio.

“Fortunatamente siamo riuscite a rimanere compatte
– esordisce Baldi – e, ad eccezione di un paio di ragazze, il gruppo ha superato senza scossoni le due settimane di stand by ed è pronto per ripartire con nuovi colori sposati con tanto entusiasmo. Ci alleniamo dalla prima settimana di settembre con un collettivo che ha un’età media di 22-23 anni, più un paio di giocatrici di esperienza che sono Gianna Anemone, Elisa Galanti ed Ida Pedicelli. Rispetto al gruppo dello scorso anno c’è stato anche l’innesto di Ramona Basilii, “strappata” alla concorrenza del Florida e, consegnata la fascia di capitano a Sofia Magno, adesso ci stiamo preparando all’esordio contro il Mandolesi Calcio (venerdì 4 ottobre a Porto San Giorgio). Se ci sono giocatrici con le mie caratteristiche? Certo che no – sorride – non le avrei mai volute”.

Scherza di continuo Baldi, ma in allenamento si lavora sodo per un doppio obiettivo: la qualificazione al girone Gold che a fine dicembre riunirà le prime 4 di ogni girone (il Borgo Solestà è nel raggruppamento B) e poi la corsa al titolo delle magnifiche otto.
“Inutile nascondere che vogliamo fare molto bene. Ci sono qualità tecniche importanti per potere dire la nostra fino all’ultima partita, portando avanti quei valori senza i quali questo sport non avrebbe senso: spirito di squadra e sacrificio. Ho sempre pensato – continua Baldi – che la tecnica sia importante, ma alla fine vince la squadra che ci mette più cuore e che, quando una compagna fa un errore, non sta lì a rimarcarlo ma corre per recuperare la palla”.

Dopo un anno da vice-tecnico alla Dorica Torrette, Baldi torna quindi a correre in prima fila così come fatto con la Robur Macerata, col Gabicce Gradara, con la Rappresentativa Marche – il cui portiere dell’ultima edizione è stata proprio Arianna Felicioni – e con la Juniores dorica che due anni fa vinse il titolo regionale, assieme a Crizia Patacca, Giulia Vagnoni e Giorgia Carlini, ritrovate qui ad Ascoli.
“Ringrazio Mirco Massa che negli ultimi anni ha creduto in me affidandomi due progetti, ma ora spero di raggiungere altri prestigiosi risultati con il Borgo Solestà: c’è coesione e tanta voglia di imparare e questo è fondamentale perché a me piace vedere un bel futsal. Ci sono individualità forti, ma sto cercando prima di tutto di dare un’impostazione di gioco: con il singolo non arrivi lontano, col gruppo – invece – arrivi sempre fino in fondo”. E, se fai tutto bene, vinci.

La squadra: Arianna Felicioni, Letizia Pataccoli, Ida Pedicelli, Giulia Vagnoni, Giorgia Carlini, Ramona Basili, Gianna Anemone, Elisa Galanti, Sofia Magno, Prisca Ciaffoni. All. Baldi

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top