Serie A

Supercoppa: sorrisi, rimpianti e l’inno di Schimdt

supercoppa

Una bella notizia, un fiore che riesce a crescere dove per natura non potrebbe e uno scoiattolo tutto nero che scende da un albero (neanche partissi dal St. James Park di Londra, piuttosto che da Silvi) mi fanno arrivare con un ritardo di 20’ che i miei compagni di viaggio hanno già messo in conto. Occhiaie di serie in dotazione per tutti e tre e via verso Barletta, anche se poi si giocherà a Molfetta, con una bellissima tappa intermedia a Giovinazzo. E’ il giorno della Supercoppa.
Niente sarà mai come una finale di Coppa Italia per me, ma è pur sempre il primo titolo della stagione che si assegna e l’emozione inizia a farsi sentire. Dalla regia mi dicono che anche la differita è già andata in onda, quindi posso dirvelo: vincerà la Kick Off, ma andiamo per ordine.

Vado in Puglia ad intervalli regolari, da quando ho quei pochi euro (e prima ancora lire) per farlo ed è sempre tutto stupendo, e lo è ancora di più oggi che la guida sul posto si chiama Floriana Montenegro ed è sempre la stessa Floriana di San Javier, anche se più bionda e decisamente più sobria rispetto all’ultima volta che ci siamo viste. Un giro al porto del paese di mister Iessi, l’immancabile birra in piazza e il ritorno al PalaPoli, dove avevo già visto la Femminile Molfetta mettere a durissima prova il Grisignano. Fa caldo quasi come quel giorno, mentre Salinis e Kick Off entrano in campo e su Nuvola 65 siamo ancora alla pubblicità.
“Ma siete sicuri che sia questo il canale?”, mi chiede una giocatrice da casa. “Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole, e più non dimandare” (e complimenti per il gol, tu che sai chi sei).

Gioca in Puglia, ha un tecnico brasiliano che ha allenato il capitano delle avversarie ai tempi dello Chapecò e ha cambiato poco della squadra campione d’Italia aggiungendo due pedine come Manieri e Giuliano: queste le motivazioni che fanno della Salinis la favorita nei sondaggi, ma – anche se il pallino è in mano alle rosanero e Taty risulta immarcabile – le all blacks reggono.

supercoppa

Sul sinistro di Manieri che applaudo ancora oggi (ma dove l’ha messa?), la squadra di Coelho acquista ancor più sicurezza, a porte invertite però capitan Vanin centra anche lei l’angolo di sinistra e rimette tutto in parità. Da questo momento in poi è un continuo “aggiorna e pubblica”, del quale devo chiedere scusa a Pomposelli, perché sulla sua monumentale prestazione ci sarebbe da soffermarsi per giorni, mentre l’ultima cosa che posso prometterle è l’ennesima intervista. Dai suoi piedi nasce il sorpasso firmato Bettioli, due gol proprio come Arianna: 3-5, infatti, il finale che porta per la prima volta la Supercoppa in Lombardia. Solitamente le gare si chiudono con la sirena, questa si chiude con l’urlo liberatorio di Vanin che spacca il primo pallone dell’anno calciandola in una porta ormai sguarnita, mentre la sua squadra è già nella metà campo di destra che si abbraccia. Non ci sono gli stessi volti di Faenza e non c’è neanche la stessa colonna sonora – da Angelo Famao con “La fine do munno” in auge in Coppa Italia a Myss Keta e la sua “Pazzeska” – ma non cambia il risultato: la Kick Off ha vinto ancora, mentre la Salinis ha sprecato un’occasione che saprà ricostruirsi.

supercoppa

C’è chi penserà tutta la notte a cosa avrebbe potuto cambiare, chi non vede l’ora di ripartire non solo in Italia, ma anche in Europa, e chi si lascia andare a super festeggiamenti che si chiudono tutti con la frase che ognuno di noi ha pronunciato nella vita: io non bevo più. Fino alla prossima volta.
C’è addirittura chi dice di scoprire giocatrici neanche fosse Eder. E poi ci siamo noi che torniamo verso casa con la voce in loop di Schmidt (leggi Scimici), ormai convinti che il famoso elmo sia sempre stato di Cippio. Grazie Valéria.

Nessuno può resistere al nostro inno, vero Valéria Schmidt? #futsal #serieA #supercoppa

Pubblicato da Any Given Sunday su Giovedì 26 settembre 2019

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Più Letti

To Top