Serie A

Salinis, scudetto in 2 mosse: Montesilvano ko, rosanero sul tetto d’Italia!

Scacco matto in due mosse per la Salinis di mister Bellarte che conquista in trasferta il primo storico Scudetto della sua storia: 3-1 al Montesilvano in gara 1 a Ruvo e 1-2 in trasferta con le reti di Rozo e Presto che nel final decidono l’incontro del PalaSantaFilomena. Alle biancazzurre (a segno solo con Cortes) l’onore delle armi, per le rosanero – invece – la festa è appena iniziata: sono sul tetto d’Italia!

LA CRONACA – Il Montesilvano parte con Sestari, Gayardo, Amparo, Cortes e D’Incecco; risponde la Salinis con Tardelli, Taty, Rozo e Maite. Rozo prova a scappare via alla difesa, Amparo recupera e serve a sinistra per Cortes invece di imbeccare per Da Rocha: tiro debole. Dall’altra parte – invece – è largo (ma di un soffio) il diagonale di Rozo, mentre sul destro di Pato si distende in tuffo Sestari. Al 4′ dribbling ubriacante di Borges su Siclari che rimane a terra, ma il passaggio per Guidotti a centro area è troppo arretrato e sfuma il contropiede biancazzurro. Ancora Montesilvano al 6°: prima conclusione di Da Rocha con D’Incecco che per poco non arriva al tap in, sugli sviluppi grande azione personale di Cely che trova però la risposta in tuffo di Tardelli. Time out chiamato da Bellarte. Due minuti più tardi taglio di Taty per Maite, Sestari esce in spaccata (coinvolgendo anche Da Rocha in ripiegamento difensivo) e chiude, sul corner destro di Taty che non trova la porta. A seguire salvataggio di Cortes che si oppone col corpo sulla conclusione a botta sicura di Coppari dal limite dell’area, risposta alta di Guidotti sull’assist di Amparo, la stessa che un secondo dopo impedisce a Pato di far male sul due contro uno. Al 14′ tre azioni consecutive della Salinis con Pato (destro deviato all’altezza dell’incrocio), Rozo (spaccata provvidenziale di Sestari) e Martin dalla distanza (con deviazione di testa di Da Rocha), poi anche Marzuoli richiama a sè le sue sfruttando il time out. Si rientra col destro di Da Rocha fermato senza problemi da Tardelli, mentre Sestari è costretta agli straordinari su Pato dai 6 metri, dopo aver eluso la marcatura di Cortes. Continua a spingere la squadra pugliese che in tre passaggi arriva alla conclusione di nuovo con Rozo, ma Sestari c’è. A un minuto dal termine manovra travolgente del Montesilvano sull’asse Borges-Amparo, che si vede negare il gol del possibile vantaggio da Tardelli. 0-0 all’intervallo.

RIPRESA – Salinis col piede sull’acceleratore nella ripresa con Maite e Taty che impegnano Sestari, poi Pato strappa un pallone alla difesa e salta anche il portiere di casa, ma trova D’Incecco che le ringhia addosso. Nulla di fatto fino al 6° quando Tardelli deve metterci due volte le manone, prima su Cortes e poi su Gayardo entrambe dalla distanza. Ci provano da lontano anche Taty e Rozo con Sestari che vola sotto la traversa e all’8° serve una super D’Incecco in diagonale difensiva ad evitare il peggio per le sue sulla ripartenza rosanero. Crampi per Sestari, è la stessa Fedrigo che si avvicina in soccorso. Quando il gioco riparte arriva subito la staffilata di Rozo che sibila vicino al palo e poco dopo Pato ritenta il tacco sfoderato all’andata: gesto tecnico di poco a lato. Al 10′ Sestari rischia il pasticcio sulla conclusione defilata di Taty: la presa è insicura, ma la sfera carambola sul palo prima di attraversare la linea di porta. Errore ampiamente riscattato un minuto dopo in copertura su Pato (che poi rimedia anche un giallo) e su Bea Martin dai 10 metri, nonostante ci sia difesa davanti a schermarla. Ancora applausi per Sestari al 13°: lo spunto di Pato è incredibile, ma lo è anche la parata del numero 1 che tiene invariato lo score. 6′ al termine e 3 falli commessi da ciascuna squadra. Ampi prova ad accenderci con una discesa sulla fascia e successivo assist sul secondo palo per Da Rocha intercettato da Tardelli, sul fronte opposto lavoro anche per Sestari che smanaccia sulla puntata di Maite dopo una bella interdizione su Gayardo. Ampi in scivolata su Pato e la difesa biancoceleste regge ancora, così come regge quella pugliese con Taty sull’incursione laterale di Da Rocha che ci riprova con un desto al volo: traiettoria sbagliata. Al 17′ l’episodio che sblocca il match: palla a Rozo che non perdona, 1-0.  Mister Marzuoli corre ai ripari con Cortes come portiere di movimento, ma Presto – appena entrata in campo – infila il bis a porta sguarnita. Serve solo al tabellino la rete a 28″ di Cortes che sulla sirena sfiora il pari: 1-2 il finale, lo Scudetto va in Puglia con la Salinis.

Il pubblico del PalaSantaFilomena

MONTESILVANO-SALINIS 1-2 (0-0 p.t.)
MONTESILVANO:
Sestari, Ferretti, D’Incecco, Amparo, Gayardo, Borges, Cortes, Guidotti, Ceravolo, Da Rocha, Esposito. All.: Marzuoli
SALINIS:
Tardelli, Coppari, Siclari, Bea Martin, Prestom Rozo, Exana, Brandolini, Maite, Taty, Pato, Bonci. All.: Bellarte
MARCATRICI: s.t. 17′ Rozo (S), 18′ Presto (S), 19’28” Cortes (M)
AMMONITE:
Pato (S), Rozo (S), Bonci (S), Gayardo (M)
ARBITRI
: Giulia Fedrigo (Pordenone), Francesco Scarpelli (Padova), Dario Di Nicola (Pescara) CRONO: Domenico Donato Marchetti (Lanciano)

 

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top