Sport

Real Grisignano verso i playout, Serandrei: “Lucidità mentale”

kim serandrei

Kim Serandrei, tecnico del Rel Grisignano, alla vigilia dei playout salvezza contro il Bisceglie.

Il campionato ha emesso il suo verdetto: il Real Grisignano dovrà disputare i playout,
situazione impensabile al termine dell’andata. Qual è il tuo bilancio della regular season?

“Chiaramente non posso essere contento anche se ci sono dei motivi oggettivi, ad esempio rosa non equilibrata, corta ed infortuni. Pensavo e mi aspettavo qualcosa di meglio, almeno la salvezza diretta”.

Ci sono cose che, con il senno di poi non rifaresti e cosa invece porterai avanti con convinzione?

“A livello tecnico tattico direi di no, non cambierei nulla, forse certe scelte di inizio stagione oggi sarebbero state diverse, ma non si tratta comunque di scelte radicali”.

Nella tua carriera di allenatore hai già vissuto una situazione di questo tipo?

“No, a parte la stagione passata che chiaramente però non aveva molte velleità da principio quando sono arrivato. Di playout e rischio retrocessione non è mai accaduto. di solito ho sempre lottato al vertice, comunque non penso che a livello di stimoli ci sia gran differenza fra playoff o playout si tratta alla fine sempre di dentro o fuori”.

Nel nostro cammino ora il Bisceglie, qual è la tua opinione tecnica su questa squadra?

“E’ una squadra che in questo momento sta molto molto bene sia mentalmente che fisicamente, con buone individualità un ottimo portiere (se non due) e giusta convinzione nei propri mezzi. Non sicuramente una passeggiata”.

Come vedi le tue ragazze in vista di questo importante appuntamento?

“Dopo gli impegni di fine campionato con 4 partite in 10 giorni e tutto il carico stagionale sulle spalle, le ho viste stanche. Spero abbiano recuperato fisicamente e mentalmente”.

Quanto sarà importante affrontare la post season con la giusta “cattiveria” agonistica ma senza nervosismo?

“Anche se si gioca in 80 minuti si tratta di riuscire a gestire il momento, credo soprattutto mentalmente, e per farlo bisogna essere freschi a livello di testa, convinti dei propri mezzi ed avere molto coraggio. Poi viene tutto il resto, ma si è visto tantissime volte che in partite secche l’atletismo conta relativamente. Penso che nel nostro sport il fattore decisionale viene ancor prima di tecnica e preparazione atletica. Uno sport dove bisogna prendere decisioni in continuazione, prendere le migliori sia fondamentale. Per esempio se scelgo di fare un passaggio piuttosto che un altro, ed è sempre la scelta meno favorevole, farò molta fatica a crearmi i presupposti per una vittoria. Chiaramente un grande aiuto lo si ha quando si è freschi mentalmente, quindi se dovessi scegliere solo una caratteristica, più che l’ agonismo preferirei la lucidità mentale” .

Il Real Grisignano a tutti i costi vuole salvarsi, quali sono le parole giuste per supportare questa volontà?

“Ci sono tutte le qualità per salvarsi, qualità che si sono viste a lunghi tratti per tutto il girone di andata, penso che moltissimo sia una questione di volontà dimostrare di saper tenere certi livelli, non ci credo che non si è più capaci di fare quello che si faceva”.

Martedì 14 al PalaGrisi, la gara di andata: che partita ti aspetti considerando che poi ci sara’ il ritorno in Puglia?

“Beh giochiamo in casa abbiamo un vantaggio… dobbiamo fare di tutto per farlo valere. Sarà sicuramente una partita molto intensa, ma come detto ci vorrà molta lucidità proprio perchè ci aspettano 40 minuti in casa loro”.

Cosa vuoi dire alla tifoseria,per essere di aiuto a Prando & C ?

“Spero che nonostante il giorno e l’ orario siano numerosi come sempre e siano il famigerato sesto giocatore con noi”!

Grazie Kim. Uniti verso la salvezza!!

Enrico Guidotti Ufficio Stampa Real Grisignano.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top