Serie A

Bisceglie Femminile a scuola per andare oltre il pregiudizio

Una mattinata intensa, carica di significati e all’insegna di valori sani da trasmettere ai più piccoli. Questo il senso dell’evento “Lo sport oltre il pregiudizio” tenutosi, oggi, nella Scuola Primaria “Angela Di Bari” a Bisceglie.

L’incontro, organizzato dal 3° Circolo San Giovanni Bosco e dal Bisceglie Femminile, ha visto coinvolte alcune quarte e quinte classi del plesso “Angela Di Bari” e “San Giovanni Bosco”. A fare gli onori di casa la preside Maura Iannelli con la coordinatrice Raffaella di Lena. Protagoniste della mattinata sono state alcune calcettiste del Bisceglie Femminile, che davanti ad un pubblico di alunni attenti e silenziosi hanno raccontato le loro esperienze di vita. A turno Giusy Soldano, Mariagrazia Pezzolla, Gabriela Oselame, Andre Pegue, Tomislava Matijevic e Iaia Gariuolo hanno parlato della loro infanzia, della crescita in una disciplina considerata a forti tinte maschili, ma che con forza di volontà, passione e duro lavoro sono riuscite ad abbattere le discriminazioni diventando poi delle atlete di serie A. Un messaggio importante quello lanciato dalle calcettiste neroazzurre, che i piccoli alunni hanno accolto in maniera attenta prima di dare il via alle tantissime domande e curiosità effettuate alle atlete. Un incontro nel quale era importante far emergere quanto per i bambini sia importante poter scegliere liberamente quale disciplina svolgere, senza farsi attirare dalla monotonia statica dei dispositivi elettronici, ma al tempo stesso di esprimere tutto quello che hanno dentro, senza avere timori e confidandosi sempre con le persone di fiducia, che siano genitori, maestri, o tecnici, in caso di problemi. Crescere sani diventa determinante per creare una generazione futura forte e dai sani principi.

GIANLUCA VALENTE
Ufficio Stampa Bisceglie Femminile

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top