Serie A

Sembra Champions, ma non è. E la UEFA non c’entra

La famosa Coppa con le orecchie, il mercoledì da leoni atteso una settimana intera, l’inno da brividi che accompagna tutte le finali – ahimè perse – dalla mia amata Juve. Ah, che cosa bella la Champions! E quanto sarebbe bello se – come si legge in giro – esistesse davvero una Champions per il futsal femminile, così come la conosciamo per il maschile, con mamma UEFA ad assicurare che chiunque possa godere a pieno dello spettacolo della disciplina a rimbalzo controllato.

Come accaduto dalla sua istituzione ad oggi, invece, la competizione alla quale assisteremo ad aprile altro non sarà che la terza edizione dell’European Women’s Futsal Tournament, ovvero un torneo ad inviti – senza egida UEFA – al quale parteciperanno le squadre vincenti dei rispettivi campionati. Due anni fa fu la volta del Montesilvano che fece sognare il colpaccio in finale contro l’Atletico Navalcarnero, l’anno scorso fu il turno dell’Olimpus di D’Orto che, quest’anno, ha raccolto l’eredità di Shindler con tanto di pass tricolore con il quale la Ternana ha acquisito il diritto di poter essere invitata per competere per un posto sul tetto d’Europa.
Un’occasione irripetibile di per sé, anche senza la presenza della UEFA che – è bene ricordarlo – è da escludere completamente: d’altronde non sarebbe la prima volta che uno dei massimi organi istituzionali non sarà presente durante una competizione iridata, così come accaduto con la FIFA per il Torneo per nazionali ad inviti, che volgarmente chiamiamo Mondiale Femminile (e del quale siamo orfani da due anni).

Cosa c’è di vero, dunque, riguardo all’evento europeo che vedrà la Ternana in lizza? Facciamo chiarezza partendo dal punto cardine della questione e avremo già tolto fondamento al 90% delle fake news che circolano sulla competizione: anche se piacerebbe anche a noi riempirci la bocca di una parola così affascinante, non si tratta di “Champions”, né tanto meno – come dichiarato da Damiano Basile nella frase “La UEFA ha cambiato i programmi, a mio avviso positivamente” ai microfoni di Terni Today  –  si tratta di una competizione organizzata dall’organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio europeo con sede a Nyon. Repetita iuvant, si spera.

Diamo un nome alla cose. Quello che si svolgerà tra il 15 e il 19 aprile – questo l’unico dato reale, al quale ci ancoriamo per non annaspare nelle sabbie mobili del pressapochismo – è un semplice torneo per club ad inviti che ha una formula ben delineata dalle precedenti edizioni: doppio girone (che stanno cercando di portare da 6 ad 8 unità) nel quale verranno sorteggiate Spagna, Italia, Portogallo, Olanda, Russia, Ucraina, Polonia e Ungheria e gare disputate in un’unica sede.

Una sola. Non due con una sorta di campionato parallelo tra Italia e Spagna (con tanto di previo doppio sorteggio effettuati tra Roma e Madrid, anche questa sarebbe una situazione piuttosto insolita), come riportato ancora nel sito di cui sopra. E se davvero così fosse, la European Women’s Futsal Tournament potrebbe localizzarsi proprio in Spagna, dove – stando a voci di corridoio – la macchina organizzativa dell’evento sarebbe già a buon punto con il Roldan campione in carica pronto a farsi carico di tutto (e potrebbe aver chiesto la partecipazione, a questo punto, anche le Ferelle tricolori).
Aggiornamenti nelle prossime settimane, sperando in celere risposte da parte della UEFA (interpellata sulla questione tramite mail all’ufficio stampa preposto) e dalla squadra murciana.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top