Serie A2

Dorica Torrette in salita, Donati: “Ora diamo tutte il 110%”

Irene Donati

Pareggio col Chiaravalle, vittoria col Civitanova e successiva vittoria con la Decima. Tre indizi che fanno una prova per la Dorica Torrette e cioè quella che il peggio sia definitivamente passato.
“Durante il girone di andata, come si sa, abbiamo vissuto un periodo brutto – conferma Irene Donatiche ci ha fatto sentire l’esigenza di riunirci: dopo 5 sconfitte ci siamo dette che sarebbe stato necessario sistemare subito qualcosa. Una sorta di promessa tra giocatrici e dirigenti, in cui ognuno si sarebbe impegnato a dare il 110%”.
E tanto è stato. “Abbiamo iniziato ad allenarci con più intensità e a preparare meglio le partite e sia nei derby che contro la Decima si è vista una squadra intenzionata a recuperare il terreno perso”.
La reazione è stata generale, ma Donati ne è sicuramente simbolo con sigilli pesantissimi che ha messo a segno per tre giornate consecutive.
“La scossa che ci siamo date è arrivata anche a livello personale: ora ci metto più cattiveria e mi sono sbloccata davanti alla porta. Ma come me anche Pereira inizia a segnare parecchio, ci conosciamo meglio e le cose iniziano a funzionare davvero. Basti pensare che nelle ultime gare abbiamo fatto a meno prima di Anselmi e poi di Romagnoli, eppure con il lavoro di tutte siamo riuscite a sopperire ad assenze importanti. Se continuiamo a giocare così compatte, possiamo toglierci le nostre soddisfazioni”.
Via allora a caccia del quarto risultato consecutivo contro il fanalino di coda Real Colombine.
“Non ci permettiamo di sottovalutare nessuno e sappiamo già dalla gara di andata che non sarà certamente una passeggiata. Loro hanno bisogno di punti e li cercheranno in casa, noi però – chiude Donati – vogliamo allungare il più possibile la scia positiva”.

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top