Nazionale

Azzurre, Pomposelli riacciuffa l’Ucraina: 1-1

Quasi bis per le Azzurre. Dopo il 4-1 imposto all’Ucraina nella prima amichevole di Brovary, la Nazionale del CT Salvatore riprende le gialloblu grazie al gol in extremis di Pomposelli (ancora lei) che risponde al momentaneo vantaggio di Dudarchuk, a segno anche ieri con l’ininfluente gol della bandiera: 1 -1 il finale.
Spiace aver potuto vedere solo l’Italia meno brillante delle due gare, ma – se non negli occhi – il bel successo di ieri rimane almeno negli annali, insieme al pareggio di oggi. E ce lo faremo bastare.

LA CRONACA – Il “sì” delle Azzurre a chiudere l’Inno di Mameli arriva forte e chiaro, meno distinte sono invece le immagini. Ma beati monoculi in terra caecorum: ieri le immagini non c’erano neanche, come potremmo non accontentarci adesso?
L’Italia schiera con Margarito, Marchese, Coppari, Grieco e Borges. A differenza di ieri, la partenza non è sottotono e l’Ucraina trova subito il gol del vantaggio con Dudarchuk, che beffa Margarito sul primo palo. Borges prova a scuotere le sue ma la punizione si ferma sulla barriera, poi conclusone di Belli di poco fuori. Sul fronte opposto parata d’istinto dell’estremo difensore azzurro che riscatta la precedente imprecisione ed evita il bis avversario. Ancora Italia con Giuliano, ma la sua girata mancina viene messa in angolo. Botta e risposta, con la punizione della solita Durdachuk respinta di piede. E si chiude così un primo tempo con poche emozioni.

RIPRESA – Nella ripresa destro dalla distanza di De Angelis parato in spaccata, a seguire rasoterra di Pomposelli che non inquadra però la porta. Primo tentativo a vuoto, ma l’azzurra ci prova ancora al 9′ e 12′ con due rigori in movimento neutralizzati in modo provvidenziale. Al 17′ coener di Borges che attraversa tutta l’area, ma nessuno si avventa con i tempi giusti sul pallone per la correzione a rete. Stessa storia, poco dopo, per la rimessa in zona d’attacco sulla quale Marchese arriva con un secondo di ritardo. Per il CT Salvatore è arrivato il momento del portiere di movimento e l’Itlia continua a spingere, trovando però di fronte a sè il muro delle maglie ucraine. Allo scadere, tiro libero concesso alle locali: sul dischetto va (due volte, la prima conclusione viene ripetuta) Dudarchuk, ma Margarito la ipnotizza battezzando l’angolo alla sua sinistra.  Parata che si rivelerà decisiva, perchè – proprio allo scadere – le Azzurre sferrano l’ultimo attacco con Pomposelli che dalla sinistra non sbaglia: 1-1. Brave ragazze.

UCRAINA-ITALIA 1-1 (1-0 p.t.)
UCRAINA: Mytrofanska, Dudarchuk, Sydorenko, Klipachenko, Titova, Kyrykchuk, Hrytsenko, Volovenko, Maiborodina, Tsykalenko, Jeromenko, Forsiuk, Pavlenko. All.: Shaytanov
ITALIA: Mascia, Pomposelli, Coppari, Borges, D’Incecco, De Angelis, Luciani, Mansueto, Belli, Giuliano, Grieco, Margarito, Xhaxho, Troiano, Marchese. All.: Salvatore
MARCATRICI: p.t. 2 Dudarchuk (U), s.t. 20′ Pomposelli (I)

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top