Serie A2

La Dorica Torrette esce dal tunnel: 3-3 a Perugia

Dorica Torrette

Non era esattamente questo quello di cui aveva bisogno la Dorica Torrette, ma almeno ci si è spostati da quell’immobilismo che ha spinto la formazione anconetana in una posizione tutt’altro che positiva in classifica.

Dopo 5 turni senza punti, il pareggio in casa del Perugia Futsal deve comunque essere guardato con un minimo di ottimismo.
Difficile però, ancora una volta poter essere contenti.

Eppure l’inizio era stato di quelli promettenti, con le nostre in vantaggio al 4′ per merito di Romagnoli.
La felicità però dura un attimo perché in due minuti la Dorica Torrette viene infilata due volte, prima da Catamerò e poi da Nastrini.
Complici, due errori di posizionamento da parte delle doriche che mettono le perugine in grado di ribaltare la situazione.

Sembra un brutto film già visto. E lo spettro delle 5 gare perse inizia di nuovo ad aleggiare e porta con sé lo spauracchio della sesta.

Se però c’è una cosa che va riconosciuta a queste ragazze è la capacità di reagire, di non farsi buttare giù. Anzi, molte volte dimostrano di saper dare il meglio di sé proprio quando l’acqua inzia a farsi alta.

Dopo la ormai solita fila di errori di mira, che fanno saltare tutti dalla panchina col grido “gol” in gola per poi doversi risedere mestamente, altri due minuti sanciscono il nuovo vantaggio dorico: prima è Pereira a pareggiare e poi Bussaglia a portare le nostre in vantaggio di uno.

Così finisce il primo tempo, con il risultato di 2-3 in favore delle ospiti.

Un margine affatto ampio, che deve assolutamente essere rimpinguato se si vuole stare tranquille. Perché, si sa, nello sport un brutto scherzo è sempre dietro l’angolo.

Il secondo tempo è vivace, col Perugia che si fa più propositivo e impegna più volte Pizi, bravissima ad alzare una saracinesca per mantenere in piedi il risultato.
Dall’altro lato le Doriche sprecano ancora un paio di palle gol davvero nitide.

E così, al 16′ del secondo tempo, arriva il brutto scherzo, la doccia gelata: non ce ne vorranno i nostri amici perugini se definiamo assolutamente inventato il rigore concesso, per un tocco di mani di Severini che non esiste, dato che la traiettoria della palla che solca l’area ospite non cambia neppure di un millimillietro.
Tant’è però. Sul dischetto va Rose che spiazza Pizi e riporta il tabellino sul 3-3.

Prima della fine della gara c’è ancora tempo per l’ultimo urlo strozzato: la palla attraversa l’area del Perugia Futsal a portiere battuto, ma Donati si butta in scivolata troppo presto, anticipa la sfera che finisce in out.

Il girone di andata si chiude quindi con un pareggio che non cambia la classifica e non da neanche quel nuovo vigore alle doriche che le avrebbe aiutate.
Perché domenica prossima si ricomincia il giro.
E ad aspettarci non c’è proprio una gara semplice: si va a Chiaravalle, sul campo della seconda in classifica.

ufficio stampa

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top