Serie A

Kim Serandrei, il punto della situazione

Ciao Kim, siamo ad un terzo di campionato con il Real Grisignano che pur perdendo a Milano ha dato segnali molto importanti disputando una prima frazione all’altezza del Kick Off, si può’ essere soddisfatti anche dopo una sconfitta?

“No non si può.. una sconfitta non è una cosa che digerisco ed è ancora “di traverso”. Il secondo tempo non è stato all’altezza, ma lo stiamo analizzando perchè non capiti più”.

Nelle cinque giornate, prima del termine del girone d’andata il Real Grisignano ha la possibilità’ di presentarsi a gennaio tra le protagoniste che possono accedere ai play off o lottare per posizioni dalla metà in giù’, come vedi queste cinque gare?

“Come ho già avuto modo di dire, non guardo la classifica, può succedere di tutto, guardiamo passo passo, il primo punto fermo è a fine dicembre con le ragazze abbiamo posto un obiettivo che è quello di restare entro le prime 8. Forse però 9 punti non bastano perché la classifica è cortissima. Se dovessimo avere una classifica simile a fine mese inizio gennaio, poi magari vedremo dove puntare con più precisione”.

Ora una settimana di meritata pausa dal campionato,in questo momento positivo delle tue ragazze più’ una cosa positiva o problematica?

“Si, chiaramente lavoreremo lo stesso anche se alle ragazze ho concesso dei giorni di riposo e poi ci sono le nazionali che non staranno con le mani in mano. La pausa comunque non mi dispiace visto che è un campionato molto intenso, tutto sta rientrare la prossima settimana con la giusta mentalità senza rimanere indietro soprattutto a livello di testa”.

Il lavoro tuo, delle ragazze e dello staff tecnico è sotto gli occhi di tutti e gli addetti ai lavori ci indicano come squadra rivelazione del torneo, cosa pensi di questo?

“Penso semplicemente piedi a terra…. gli equilibri sono sempre molto fragili e complicati oggi gira e domani potrebbe non girare più per mille motivi. Noi dobbiamo stare con i piedi per terra, tentare di migliorarci e tentare di essere al meglio tutte le domeniche. Si fa presto a dare sentenze nel bene e nel male, ci vuole un po’ di equilibrio la competizione richiede costanza”.

Oltre a Jessica Troiano anche il giovane portiere Adelaide Famà ha avuto la sua prima  convocazione di Francesca Salvatore in Nazionale cosa ci dici della chiamata in Azzurro delle nostre due portacolori?

“Se Troiano non viene chiamata in Nazionale le “spacco la testa”, nel senso che è una storica e quindi se non venisse chiamata vorrebbe dire che non sta performando secondo i suoi standard. La Famò è in un ottimo stato di forma, con una crescita costante già dall’anno passato, è giovane, deve e può crescere ancora molto e mi aspetto che lo faccia, questa chiamata deve essere un segnale che le fa vedere dove può arrivare, non è quindi un punto di arrivo”.

Grazie Kim.
Prossimo appuntamento il 16 dicembre in casa contro la Futsal Salinis.

Ufficio Stampa Grisignano

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top