Serie A2

Dorica Torrette ancora al palo: ko per 4-1 col Granzette

Dorica Torrette

Sono 4.  Le sconfitte, le partite senza punti. Una serie importante che bisogna assolutamente capire come spezzare.
Ma diventa sempre più difficile specie quando si deve constatare che la sconfitta è arrivata a seguito di una buona prestazione.
“Stavolta faccio ancora più fatica, perché abbiamo giocato bene. Vorrei dire il contrario, perché almeno saprei per cosa arrabbiarmi. Ma davvero in questa partita posso recriminare poco alle mie ragazze. Semplicemente le altre sono state più ciniche, molto fisiche e hanno portato a casa la partita. Di solito non parlo degli arbitri…ma diciamo che sicuramente non erano dalla nostra parte”.
Tanta amarezza quella che si sente nelle parole di Mister Mirco Massa. E tutta la difficoltà di chi vorrebbe dare qualcosa di più alle sue ragazze, ma non ha indicazioni dalla partita.

Una gara che inizialmente si era messa bene, con il gol su rigore di Irene Donati e far esultare la truppa Dorica.
Fin dalle prime battute si è sicuramente vista la differenza in quanto a carica agonistica tra le due formazioni e forse proprio questo è l’elemento su cui lavorare: in uno sport di contatto in cui anche psicologicamente il modo di stare in campo conta molto, forse farsi crescere qualche metaforico pelo in più sullo stomaco non sarebbe affatto male.
La partita è frizzante, pur senza regalare particolari emozioni. Il pareggio delle padrone di casa del Granzette arriva al 15′ del primo tempo con Longato.
Ma capita sui piedi di Michela Amedano la palla che potrebbe riportare in vantaggio la Dorica a pochi secondi dalla sirena di metà gara: 1vs1 con l’estremo difensore di casa, che si conclude però con un niente di fatto.
Forse l’unico episodio su cui recriminare davvero.

Il secondo tempo si mette praticamente subito male per le Doriche, con due gol su punizione, entrambe quanto meno discutibili.
Romagnoli commette si fallo per arginare le avversarie, ma dopo che lei stessa ne aveva subito uno, non sanzionato.
Sugli sviluppi del calcio piazzato, una deviazione inganna Pizi e porta il tabellino sul 2-1.
Passano solo 3 minuti e un’altra punizione, questa volta davvero inventata per un presunto retropassaggio raccolto con le mani da Pizi che è invece una svirgolata di Anselmi, mette avanti ancora di 1 le padrone di casa con Sinigalia.
Il nervosismo inizia un po’ a farsi sentire tra le fila delle Doriche che comunque non si perdono d’animo: mister Massa si gioca la carta del portiere di movimento, come purtroppo troppe volte è stato costretto a fare in queste ultime partite. Ma il risultato non cambia.
Anzi, è ancora il Granzette con Ansaloni a siglare il definitivo 4-1.

Gara dopo gara, commentare una sconfitta diventa sempre più difficile.
Anche perché sabato 22 ci sarà la corazzata Pelletterie a far visita al PalaScherma di Ancona.
Chissà che un miracolo di Natale non faccia spuntare un sorriso, meritato, sui volti delle nostre ragazze e spostare finalmente l’indicatore dalla parte della vittoria!
In fin dei conti, ogni partita è gara a sé!

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top