Serie A

La Ternana alza al cielo la coppa del Memorial Sandri

Una Ternana Femminile formato Celebrity che inizia nel migliore dei modi: per la seconda volta consecutiva porta a casa il trofeo Sandri battendo niente di meno che Montesilvano e Lazio. Se la scorsa settimana le Ferelle avevano battuto con un largo dieci a uno il Real Cannara, formazione di serie C umbra, destando però comunque qualche mugugno tra i tifosi che bocciavano il mercato delle rossoverdi, oggi le Ferelle hanno lanciato un segnale chiaro e forte a tutti ovvero quello di esserci. Una squadra compatta e sicura di se stessa che ha ridimensionato un Montesilvano, privo di tre giocatrici fondamentali è bene dirlo, ma che è sembrato più vittima sacrificale della freschezza mentale e della fame di vittoria delle ragazze di Shindler. Ordine e disciplina tattica soprattutto in fase difensiva, con una fase offensiva chiara e letale con Ortega e Vanessa che a turno inventano imbucate dal nulla per Neka, Angeletti e Angela Roda. La mano di mister Shindler si vede eccome. Tra i pali spicca ancora la prestazione della diciottenne Italo-brasiliana Dal Pizzol che sfoggia almeno quattro parate di grande livello: una sulla laziale Beita strappa applausi. Un diamante grezzo che solo l’occhio lungo e pregiato del Direttore Basile poteva trovare dall’altra parte del mondo.

Bene anche Mercuri che fa il gol decisivo, contro il Montesilvano, del due a uno su contropiede di Angeletti. Grande forma per Neka che non solo ha sfoderato due prestazioni maiuscole, ma anche ceduto i gradi di Capitano a Vanessa. Nel post gara l’intervista del Presidente Bevilacqua è chiara e senza peli sulla lingua: “Abbiamo rivoluzionato una squadra, ma il grande lavoro del direttore sportivo e del mister stanno facendo la differenza. La Supercoppa? Sembra vicina, ma non lo è, ho da lavorare molto come presidente in questi giorni, l’obiettivo rimane quello di costruire una Ternana Femminile che faccia bella figura in Europa. Inutile nascondersi, vogliamo fare bene contro le big del continente e stiamo organizzando una amichevole di lusso contro lo Sporting Lisbona anche per questo. L’obiettivo mio è però quello di continuare a risanare la società, in questi due mesi ho dovuto investire su due fronti: ricapitalizzare subito, ma anche dare modo di costruire la nuova rosa. Questo è un telaio che mi piace, adesso lavoreremo per far arrivare altre giocatrici. Non c’è fiducia da parte di qualcuno su di me? Non mi importa, io rispondo con i fatti, senza di me le Ferelle non esisterebbero più, non solo, in chiave di costruzione della nuova rosa ho portato a termine l’operazione Vanessa. Un’operazione complicatissima, ma di cui non potevamo farne a meno e oggi in molti hanno capito il perché. Da lunedì ci rimetteremo sotto duramente e alacremente, adesso per ventiquattro ore fatemi godere questo mio primo trofeo.”

Ufficio stampa

Foto Claudio Giusti

Comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top