SI NARRA CHE LA POESIA SIA NATA CON LO SPORT
Futsal

Formula Tirelli: “Massimo impegno contro il Breganze”

20 anni e il coraggio delle grandi. Arianna Tirelli, portiere classe ’97, è l’ennesima scommessa vinta di una Lazio che ha già sfornato tante piccole campionesse come Costanza Amici (anche lei classe 97), Cecilia Barca (’99) e Ludovica Luzi: la sua carta d’identità, pensate, dice addirittura 2000.

In biancoceleste si cresce in fretta e bene. Per Tirelli, ad esempio, il primo passo nel massimo campionato nazionale è già arrivato l’anno scorso, dopo la meritata promozione dalla Juniors in prima squadra. Qualche partita da titolare, ma davanti c’era Vecchione. Adesso, invece, è lei a farsi carico delle responsabilità maggiori.

“È dura, ma è anche un grande onore militare in una serie così competitiva. Si è visto già dalla prima contro lo Sporting Lokrians: siamo andate sotto, poi abbiamo vinto in rimonta e con il portiere di movimento una partita combattutissima. Anche con la Bellator non è stato facile: soprattutto nel primo tempo hanno creato qualche buona occasione, sono ben piazzate in campo. È stato un 4-0 sudato”.

Servito il bis, ora la Lazio va a caccia del terzo successo in casa di un Futsal Breganze che scalda ancora i motori ai nastri di partenza.

“A parte lo spareggio, le venete non hanno ancora esordito quindi per noi rappresentano un’incognita. Per loro si tratterà della prima e per di più tra le mura amiche: mi aspetto una squadra carichissima, ma noi ci stiamo preparando per dare il massimo”.

Impegno alle stelle, anche per chi al PalaSarcedo non potrà esserci.

“Per essere davvero al completo dobbiamo ancora attendere il rientro di Rebe e Amici, il potenziale però è già evidente. Ora ce la giocheremo a Breganze, poi – chiude Tirelli – continueremo a lavorare a testa bassa in vista degli scontri futuri”.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Più Letti

To Top