SI NARRA CHE LA POESIA SIA NATA CON LO SPORT
Sport

“Io mister”, Grazia Scopa guiderà il Real Cannara

Prima giocatrice, poi dirigente ed ora allenatrice della neonata Real Cannara femminile. Al richiamo del futsal, Grazia Scopa non ha mai saputo resistere. Ve la ricorderete sicuramente al Preci – l’anno della promozione in A – oppure al Perugia a fare a sportellate al centro della difesa; al Portos, invece, l’avete vista poco per impegni lavorativi, eppure il lavoro dietro le quinte è stato tutto di questa donna dalle mille risorse, devota al mondo del pallone a rimbalzo controllato.

Quella che sta per iniziare è però un’esperienza diversa perché la vedremo a bordo campo, sulla panchina rossoblu del presidente Morici, che le ha affidato con fiducia l’area rosa della società. Le prove generali, d’altronde, sono andate benissimo: basti pensare che alla sua prima da “player-manager” con il Match Point, Scopa ha visto sfumare solo all’ultimo secondo la vittoria del campionato CSI. Un episodio controverso: finale vinta, ricorso della squadra avversaria e ko nel replay della gara. Ma è acqua passata e Grazia ha fatto tesoro di tutto.

“Il Match Point è un gruppo messo su l’unico obiettivo di divertirsi. La verità è che mi mancava da morire il campo e mi sono ritrovata a vivere una bellissima avventura con delle amiche fidate. Ma con il tempo – e visti i primi risultati ottenuti – ho sentito la necessità di creare un progetto importante che punti verso traguardi ambiziosi. Ringrazio a tal proposito Patron Morici per l’opportunità che mi ha dato di potermi appoggiare ad un club serio e strutturato, che vanta già una squadra maschile (il Cannara, n.d.c.) neo-promossa in C: da questa base partirò con un progetto di più ampio respiro per il quale sono tornata sui libri – scherza Scopa. – Il 16 luglio, infatti, parteciperò al Clinic per allenatori tenuto da Davip Ceppi e Massimiliano Monsignori, il mio punto di riferimento nella disciplina, al quale chiederò consigli e supporto nel corso di questi mesi di sfide nella FIGC umbra.

Cambia quindi il campionato (“ripetere il CSI avrebbe avuto poco senso per i traguardi che mi piacerebbe raggiungere”), cambiano gli intenti (il lavoro annuale punta al salto di categoria), ma lo zoccolo duro è lo stesso della scorsa stagione: confermatissime quindi il capitano Ilaria Caporaletti, Benedetta Paggi, Silvia Salotto, Michela Brunacci, Elena Schiattellu, Valentina Caruana, Roberta Catanossi e Silvia Sargenti.

“A quest’ultime due sono legata in maniera particolare perché sono state il mio braccio destro nel passaggio al Real Cannara, ma ho grande stima di tutte le ragazze che ho scelto di portare con me e alle quali spero di riuscire a dare tanto. Per completare squadra dei miei sogni, però, mancano però 4 pedine che ho già identificato: atlete di livello con le quali ho già avviato trattative che potrebbero concludersi nei prossimi giorni. Se tutto dovesse andare come spero – chiosa mister Scopa – sarà un anno di grandi soddisfazioni”.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Più Letti

To Top